fbpx

JD.com pianifica riacquisto delle azioni per $ 1 miliardo

28/12/2018

 

Due i motivi principali: la guerra dei dazi Cina-Stati Uniti e, soprattutto, le accuse di stupro per il CEO

 

 

JD.com, colosso cinese dell’e-commerce, ha annunciato l’intenzione di riacquistare, nel corso del 2019, molte sue azioni per un valore complessivo di circa $ 1 miliardo. La mossa, secondo alcune fonti autorevoli, è dovuta alle preoccupazioni per il rallentamento dell’economia cinese, anche a causa delle tensioni commerciali con gli Stati Uniti, ma soprattutto ai recenti problemi di Richard Liu (CEO JD.com), accusato di stupro.

Proprio la scorsa settimana, i pubblici ministeri statunitensi hanno deciso di non muovere accuse penali contro Liu, che è stato accusato di aver stuprato una giovane studentessa, che studia all’Università del Minnesota.

 

 

JD.com ha perso, per la prima volta in quattro anni, diversi utenti attivi nel periodo trimestrale

 

 

Nonostante tutto, le azioni di JD.com sono crollate di quasi il 16% nei due giorni successivi all’arresto di Liu e, complessivamente, del 50% nell’ultimo anno finanziario.

Dal punto di vista dell’e-commerce, il mese scorso la società ha riferito che i suoi account attivi sono diminuiti rispetto al trimestre precedente, per la prima volta in quattro anni. Ma anche altre società tecnologiche cinesi hanno sofferto quest’anno. Alibaba, ad esempio, ha visto le sue azioni diminuire significativamente, mentre Tencent ha impiegato, complessivamente, più di un mese per riacquistare le sue azioni nel corso di tutto il 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *