fbpx

JD e Philips portano precisione senza precedenti con l’IA

10/09/2019

 

JD e la principale società di tecnologia sanitaria, la Philips, stanno utilizzando l’IA per massimizzare le prestazioni del flagship store del brand attraverso una migliore conoscenza dei consumatori e del loro comportamento.

 

 

La collaborazione tra JD e Philips sfrutta l’esclusiva soluzione di vendita al dettaglio basata sull’intelligenza artificiale di JD, che può fornire un’analisi completa delle prestazioni di un marchio e aiutare a sviluppare una soluzione di marketing intelligente che copra la strategia di prodotto, l’analisi del mercato, la gestione del marketing e altro ancora.

 

La partnership è stata annunciata durante la Conferenza mondiale sull’intelligenza artificiale tenutasi a Shanghai dal 29 al 31 agosto.

 

L’aggiunta dell’IA al puzzle consente ai marchi come Philips di dare un senso non solo ai “dati strutturati”, che comprendono tipi di dati chiaramente definiti il ​​cui modello li rende facilmente ricercabili, ma anche ai “dati non strutturati”, che comprendono informazioni che di solito non sono facilmente ricercabili

Si tratta di dati in formati come audio, video e social media, recensioni dei clienti, feedback sul servizio clienti, pagine dei prodotti, video pubblicitari e altro ancora. Ciò è possibile grazie alla visione artificiale e alla tecnologia del linguaggio naturale.

Allo stesso tempo, la tecnologia di apprendimento automatico consente di raggruppare facilmente gli utenti e prevedere il comportamento dei consumatori.

 

Ad esempio, sfruttare la tecnologia di visione artificiale consentirebbe a un marchio di comprendere sfumature a grana fine, come il fatto che alcuni consumatori sono più attratti dalle immagini dei prodotti o dal marketing con un background più professionale, mentre altri gravitano maggiormente verso i cartoni animati.

Allo stesso tempo, l’utilizzo dell’elaborazione del linguaggio naturale può aiutare a comprendere il comportamento pre e post acquisto dell’utente, vale a dire quale impatto hanno avuto le consultazioni ricevute durante il processo sulla decisione finale di acquisto.

 

Comprendere queste sfumature può rivelare molteplici nuove intuizioni dei consumatori che possono essere utilizzate per migliorare l’esperienza dell’utente, personalizzare soluzioni di marketing e persino progettare nuovi prodotti.

 

In collaborazione con Philips, JD sfrutterà la sua tecnologia AI per fornire una suite completa di soluzioni, tra cui l’analisi del profilo dell’utente, l’analisi del suo comportamento  e della sua motivazione.

JD assisterà nel processo decisionale aziendale, fornendo indicazioni su progettazione del prodotto, marketing e pubblicità, coinvolgimento degli utenti, branding e operazioni del negozio.

 

“Una vendita al dettaglio di successo consiste nel connettersi con i propri clienti e nel dare loro tutto ciò che vogliono, quando e dove lo desiderano”, ha affermato Bowen Zhou, Vice Presidente di JD.com e Presidente di JD AI.

 

“Con la tecnologia AI, JD sta aiutando i nostri partner a passare dal marketing verso molti, al marketing one to one, in modo efficiente ed economico.Per oltre un secolo, Philips ha integrato la filosofia Innovation for You ai nostri prodotti, soluzioni e partnership”.

Lo ha affermato Jyh-Ching Yaur, CTO di Philips Greater China, aggiungendo: “Sfruttando la competenza AI di JD in questa iniziativa innovativa, forniremo senza dubbio prodotti e servizi migliori ai nostri clienti, soprattutto nello spazio di vendita al dettaglio.”

 

Questa iniziativa è una naturale estensione della leadership di JD nell’IA attraverso il parlato e l’acustica, la visione artificiale, l’apprendimento automatico, i grafici di conoscenza, la semantica e i dialoghi.

 

All’inizio di quest’anno, ad aprile, JD AI si è classificata al primo posto nel concorso di comprensione della lettura “WikiHop”, superando per la prima volta le prestazioni umane.

JD AI si concentra non solo sull’utilizzo dell’IA per migliorare l’esperienza del cliente e l’efficienza di JD, ma anche sull’apertura di questa tecnologia a collaborazioni in una vasta gamma di settori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *