fbpx

Kaola: stanziati 3 miliardi di euro per il mercato europeo

02/05/2017

10/04/2017- NetEase Kaola ha organizzato una giornata European Partner Day a Francoforte, in Germania, per attirare una maggiore presenza dei venditori europei sulla propria piattaforma di e-commerce.

Alla conferenza hanno partecipato Norbert Noisser – portavoce del Ministero degli Affari esteri dell’Assia (Repubblica federale di Germania), Sonja Muller – Direttrice della China Competence Center nonché direttrice della Camera dell’industria e del commercio di Francoforte, rappresentanti dell’Associazione delle imprese a Leeds (Regno Unito), rappresentanti dell’Associazione delle imprese polacche ed oltre 60 presenze di società europee. Tra queste ultime, quattro aziende – P+M, Eurocomfort Group, Hape e Best 1 Med -hanno firmato un accordo di partnership con NetEase Kaola durante la presentazione.

Come parte del progetto European Partnership, Zhang Lei – il CEO di NetEase Kaola – ha dichiarato a tutti i presenti che la società NetEase Kaola intende investire 3 miliardi di euro nei prossimi tre anni per acquistare prodotti locali di alta qualità nel territorio europeo.

 

25272-2.png

Nel mese di gennaio di quest’anno è stata tenuta l’annuale sessione del Forum economico mondiale a Davos (Svizzera), in cui la Cina ha promesso che nei prossimi cinque anni impiegherà 800 miliardi di dollari per importare nel proprio paese una serie di prodotti e servizi stranieri, elevando le prospettive delle aziende europee nel mercato cinese. Il principio di questa decisione è quello di aiutare le marche internazionali ad entrare nel mercato cinese con il minor costo e massima efficienza possibile, mediante le piattaforme di commercio elettronico che si sono cresciute (e maturate) nel corso degli anni ad un ritmo a dir poco frenetico.

Secondo i dati rilasciati dal Dipartimento del commercio cinese, nel 2015, i consumatori cinesi hanno speso complessivamente 1100 miliardi di RMB (183 miliardi di dollari) durante i loro viaggi all’estero nel consumo di prodotti occidentali.

25272-3.png

Negli ultimi anni i prodotti Made in Germany, simbolo di qualità ed eccellenza, si sono guadagnati una reputazione più che positiva nel mercato cinese. Attualmente i brand europei che hanno firmato un accordo di partnership con NetEase Kaola hanno già superato la cifra 1000 (più di 200 sono le aziende tedesche).

Le vendite dei prodotti europei sulla piattaforma di NetEase Kaola hanno mostrato un incremento di otto volte maggiore nel corso dei dodici mesi precedenti. Infatti l’Europa è stata una delle comunità mondiali i cui prodotti hanno generato maggior aumento, in termini di valore delle vendite online sulla piattaforma NetEase Kaola. Tant’è che il 2017 è stato definito l’anno dell’Europa, visto che l’Europa sta assumendo una posizione sempre più importante nel quadro della strategia di shopping globale preposta da NetEase Kaola.

Entro la fine di quest’anno, verranno costruiti ulteriori 6 magazzini in Unione Europea, oltre a quelli già esistenti in paesi come Germania, Olanda e Francia, per velocizzare i tempi di spedizione dei prodotti che si trovano oltreoceano.

I principali punti del progetto “2017 – L’ANNO DELL’EUROPA” di NetEase Kaola:

1. Allineamento globale. Nell’ottica di offrire ai consumatori la migliore esperienza di sempre, la società NetEase Kaola assieme alle grandi catene di distribuzione europee come OTTO e P+M collaborerà per fare in modo che il lancio dei nuovi prodotti sul mercato sia allineato con il mercato cinese; ciò significa che i consumatori cinesi potranno acquistare subito tramite la piattaforma di e-commerce di NetEase Kaola anche i nuovi prodotti appena lanciati sul mercato estero.

2. Alta concentrazione di partner europei, per offrire ai consumatori cinesi un’ampia selezione di prodotti stranieri sulla piattaforma, grazie all’intensa collaborazione tra NetEase Kaola e le grandi catene di supermercati europei.

3. Rilevamento delle potenzialità. Costruire magazzini all’estero per depositare i prodotti stranieri per garantire una spedizione più veloce, e – in base al feedback dei consumatori cinesi – individuare le potenziali merci e stoccare quest’ultime nei depositi doganali per garantire la disponibilità sul mercato cinese.

“Vogliamo aiutare i produttori di tutto il mondo ad entrare nel mercato cinese, assistere loro nelle varie attività riguardo alla promozione e alla tutela della reputazione aziendale. Offriamo un servizio completo, a “zero-pensieri” come il pagamento online, la promozione e la gestione in modo che possano impiegare tutte le loro risorse solamente sulla qualità delle merci” spiega Zhang Lei.

Stiamo a vedere quali saranno i nuovi trend di consumo che plasmeranno il mercato cinese nel 2017; sarà sicuramente un momento positivo e di crescita sia per il mercato europeo che per le società di e-commerce cinesi.

 

 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *