fbpx

La capitale controllerà le auto non provenienti da Pechino

16/06/2018

 

La città stabilisce regole severe per il 2019, destinate a coloro che non possiedono una targa pechinese

 

 

Pechino ha appena annunciato una nuova politica per controllare il numero di auto senza licenza locale presenti sulla strada, al fine di migliorare il traffico e ridurre l’inquinamento atmosferico.

A partire dal 1 novembre 2019, non sarà più possibile guidare l’auto senza limiti di tempo, se non muniti della licenza di Pechino. Nella capitale cinese si potrà richiedere permessi settimanali che consentano di guidare in città per un massimo di 12 volte all’anno. Ogni permesso è efficace per sette giorni consecutivi.

La severa politica significa che una persona che possiede un’auto con una licenza registrata altrove può guidarla solo per 84 giorni all’anno all’interno della città di Pechino.

Durante i giorni senza permesso di guida, auto registrate in altre città non possono essere guidate o parcheggiate nelle aree pubbliche di Pechino che non siano parcheggi residenziali.

 

“Ci sono troppe automobili con patenti non di Pechino su strada negli ultimi anni, che hanno reso il traffico terribile”, ha detto Ding Zhe, 42 anni, residente locale che ora prende la metropolitana per andare al lavoro, anche se possiede un’auto con licenza pechinese, per via dell’inevitabile congestione del traffico.

 

Il numero di auto immatricolate a Pechino è di 5,97 milioni, stando ai dati di aprile della Commissione municipale dei trasporti di Pechino. Tuttavia, il numero di auto senza licenza di Pechino, guidate costantemente nel centro della città, è alto, va oltre le 700.000, pari al numero totale di auto a Hong Kong.

Per controllare il rapido aumento delle automobili in circolazione, Pechino ha avviato una politica di lotteria nel 2010, il che significa che gli abitanti devono fare domanda per ottenere le targhe attraverso una lotteria prima di acquistare un’auto.

Tuttavia, a causa dell’alta domanda, la possibilità di ottenere una licenza è diventata sempre più difficile. Chi non vuole tentare la fortuna sceglie di acquistare un’auto registrata altrove e di utilizzare i veicoli pubblici in città.

 

Molti rivenditori di auto forniscono servizi per aiutare le persone a ottenere una licenza non di Pechino con un costo di circa 4.500 yuan (702 dollari).

 

Dopo l’acquisto, i proprietari delle auto devono solo registrarsi online per ottenere i permessi digitali su base settimanale e guidare le loro auto in città.

Nel 2015, l’autorità ha emesso 50.000 permessi ogni giorno. Nel 2016, il numero è salito a 100.000 al giorno. Dal 2017, l’autorità ha dato 725.000 permessi ogni settimana. Il numero era troppo grande, quindi ha destato l’attenzione dei dirigenti della città.

“Lo scopo del permesso è per le persone che non vivono a Pechino e vogliono guidare le loro auto nella capitale occasionalmente. Le persone che usano permanentemente le loro auto senza le licenze locali in città, hanno effettivamente danneggiato la lealtà della politica della lotteria”.

È ciò che ha commentato Zhang Rui, un professore interessato alla pianificazione urbana all’Università di Ingegneria Civile e Architettura di Pechino.

“Anche se c’è una regolamentazione rigida per l’uso delle auto, i responsabili delle politiche delle città devono ancora rendere l’equità sociale una priorità per garantire l’efficacia delle normative esistenti”, ha aggiunto.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *