fbpx

La Cina lancia futures per gli investitori esteri

14/08/2019

 

Il margine commerciale per ciascun contratto era del 7% del valore del contratto

 

 

La Cina ha iniziato a negoziare i futures TSR 20, aperti agli investitori esteri. I futures quotati allo Shanghai International Energy Exchange sono contratti da consegnare da febbraio a luglio 2020. I prezzi di riferimento di sei contratti sono stati fissati a 9.260 yuan ($ 1.319) alla tonnellata.

Il margine commerciale per ciascun contratto era del 7% del valore del contratto, mentre era fermo al 9% nel periodo iniziale.

 

 

Il contratto NR2002 più attivo ha aperto il 5,9% in più a 9.805 yuan per tonnellata

 

 

La banda di negoziazione giornaliera è del 7% in più o in meno rispetto al prezzo di regolamento del giorno di negoziazione precedente. Il primo giorno di negoziazione, il limite di negoziazione è aumentato o diminuito del 14% rispetto ai prezzi di riferimento.

Il contratto NR2002 più attivo ha aperto il 5,9% in più a 9.805 yuan per tonnellata. I futures TSR 20 sono i futuri futures su materie prime del paese aperti sia agli investitori nazionali che esteri, dopo i futures sul greggio, i futures sul PTA e i futures sul minerale di ferro.

 

 

La Cina aprirà ulteriormente il suo mercato dei futures sulle materie prime

 

 

“Negli ultimi anni, la Cina ha aperto più future sulle materie prime agli investitori esteri e ha migliorato i corrispondenti sistemi e processi istituzionali”, ha affermato Fang Xinghai, vice presidente della China Securities Regulatory Commission.

“La Cina aprirà ulteriormente il suo mercato dei futures sulle materie prime per aumentare l’influenza dei suoi future sulle materie prime nell’impostazione dei prezzi globali”, ha aggiunto Fang.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *