La Cina lancia il nuovo satellite per l’osservazione della Terra

12/06/2018

 

Si parla del Gaofen-5, un satellite ad alta risoluzione iperspettrale per l’osservazione della Terra.

 

 

Il nuovo satellite, in grado di ottenere informazioni spettrali dall’ultravioletto alle radiazioni infrarosse ad onda lunga, può essere utilizzato per sondare le acque interne e le risorse minerarie.

È quanto dichiarato da Tong Xudong, direttore del Sistema di osservazione della Terra e Data Center, China National Space Administration (CNSA), durante una conferenza a fine aprile.

 

Il satellite può anche monitorare gli inquinanti atmosferici, i gas serra e le particelle di aerosol, ha aggiunto Tong.

 

Per sfruttare al meglio i dati osservativi e servire i paesi coperti dall’Iniziativa Belt and Road, il CNSA ha pubblicato un piano di cooperazione internazionale per Gaofen-5, specificando i campi che saranno aperti alla cooperazione e al servizio commerciale.

L’amministrazione prevede inoltre di lanciare Gaofen-6 sempre quest’anno, in modo da formare una costellazione con altri satelliti Gaofen in orbita. Da quando il progetto Gaofen è iniziato nel 2010, la Cina ha avuto una visione sempre più chiara del pianeta. Lanciato ad aprile 2013, Gaofen-1 può coprire il mondo in soli quattro giorni.

Gaofen-2, inviato nello spazio nell’agosto 2014, ha una precisione di 0,8 metri a colori e può raccogliere immagini multispettrali di oggetti di lunghezza superiore a 3,2 metri. Gaofen-4, lanciato a fine 2015, è il primo satellite della Cina ad immagine ottica ad alta definizione in orbita geostazionaria.

Gaofen-3, lanciato nell’agosto 2016, è il primo satellite della Cina ad immagine Synthetic Aperture Radar (SAR).

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *