fbpx

Le app di consegna a domicilio Meituan e Ele.me smentiscono le accuse di intercettazione

21/03/2019

 

Gli annunci pubblicitari mirati sembrano servirsi si informazioni degli utenti non rilasciate direttamente dagli stessi, ma le compagnie negano categoricamente.

 

 

Le app che si occupano del servizio di consegna di cibo a domicilio in Cina Meituan ed Ele.me hanno negato l’accusa di intercettazione dei clienti attraverso i microfoni dei telefoni cellulari per fornire annunci pubblicitari mirati. Lo ha dichiarato il quotidiano cinese Beijing Daily martedì.

 

Alcuni media hanno riferito che i due giganti della consegna a domicilio possono suggerire con esattezza cibo o ristoranti ai clienti dopo che i clienti ne hanno parlato con qualcuno, il che ha destato il sospetto che le app fossero state programmate per ascoltare l’audio attraverso il microfono del telefono senza alcun permesso.

 

Meituan ha dichiarato che l’app si limita ad utilizzare il microfono del telefono solo quando gli utenti mettono in funzione il comando vocale, specificificando che non fa intercettazioni di alcun tipo.

Ele.me ha detto che l’app non è stata programmata per essere in grado di fare intercettazioni e la società non possiede la tecnologia correlata per implementare quella funzione. Qualsiasi informazione viene raccolta solo dopo che gli utenti hanno accettato e autorizzato la compagnia nel farlo, ha aggiunto Ele.me.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *