fbpx

Le consegne di Nio sono crollate di un terzo a luglio

15/08/2019

 

Nonostante il lancio di nuovi SUV si è registrato un forte calo delle vendite dei veicoli elettrici della nota casa automobilistica cinese

 

 

Nio, la casa automobilistica cinese di veicoli elettrici, ha registrato un brusco calo delle vendite a luglio, con solo 837 veicoli consegnati ai clienti. Le crescenti vendite del suo nuovo SUV ES6 sono state compensate da un forte calo di quelle del modello di punta ES8, dopo un importante richiamo a giugno sui rischi di incendio.

 

Le vendite deludenti della società sono aggravate da significative riduzioni dei sussidi statali, arrivati ​​il ​​25 giugno di quest’anno.

 

Le vendite di NEV in Cina sono diminuite del 7% su base annua arrivando a 8.000 unità a luglio dopo una crescita significativa dell’80% a giugno, segnando il primo calo in oltre due anni. Nio farà fatica a raggiungere il suo obiettivo di vendita di 50.000 unità per quest’anno.

Ha consegnato in totale 8.379 vetture ES8 ed ES6 a fine luglio. Le vendite della azienda sono diminuite del 37% nel mese di luglio, incluso un incidente dell’80% nelle spedizioni dei modelli ES8, arrivando a 164 unità.

Le vendite dell’ES6, che ha colpito il mercato a fine giugno, sono aumentate del 63% il mese scorso per raggiungere 673 unità. La società ha lottato per i modelli ES8 quest’anno dopo aver raggiunto il record di 3.318 a dicembre.

 

Nio ha attribuito il calo a un massiccio richiamo emesso un mese prima dopo che notizie di veicoli ES8 prendevano fuoco. Ha sostituito la batteria su quasi 5.000 modelli interessati. Il produttore cinese di veicoli elettrici rimane ottimista e prevede vendite per un massimo di 2.500 unità il mese prossimo.

 

“Durante il mese, abbiamo dato la priorità alla capacità di produzione della batteria, il che ha influenzato in modo significativo i nostri risultati di produzione e consegna. Inoltre, alcune consegne sono state portate avanti a giugno in previsione di ulteriori riduzioni dei sussidi per i veicoli elettrici, che sono entrate in vigore alla fine di quel mese”.

BYD, il più grande produttore di veicoli elettrici in Cina, ha registrato un calo dell’11,84% su base annua nelle vendite di NEV di luglio della scorsa settimana, segnando il primo calo quest’anno, influenzato dai tagli delle sovvenzioni governative e dal rallentamento economico complessivo.

L’Associazione cinese dei produttori di automobili si aspetta un potenziale recupero delle vendite di autovetture per i prossimi due mesi, visto che la stagione di punta tradizionale arriverà a settembre e ottobre.

 

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *