fbpx

Le entrate di Huawei aumentano nonostante i limiti imposti dagli Stati Uniti

21/10/2019

 

Da gennaio a settembre la azienda nota per la produzione di smartphone continua a crescere nonostante i dazi statunitensi

 

 

Huawei ha dichiarato mercoledì di aver registrato ricavi per 610,8 miliardi di yuan ($ 86 miliardi) nei primi tre trimestri di quest’anno, con un aumento del 24,4% su base annua.

 

Gli esperti del settore segnalano una crescita costante nonostante tutte le restrizioni che ha dovuto affrontare a causa dei dazi e degli ostacoli da parte degli Stati Uniti.

 

Le entrate segnano un balzo in confronto alla crescita del 23,2 percento su base annua nella prima metà del 2019. Nello stesso periodo l’azienda di tecnologia ha realizzato un margine di profitto netto dell’8,7 percento.

La sua attività nel settore degli smartphone ha continuato a essere forte, con una spedizione di 185 milioni di unità nei primi tre trimestri, che sono aumentati del 26% su base annua.

 

La società con sede a Shenzhen ha dovuto affrontare restrizioni da parte del governo statunitense che ha inserito la società cinese nella sua “lista” a maggio, vietando alla cinese Huawei di acquistare tecnologie statunitensi senza l’approvazione del governo.

 

Tra le incertezze commerciali, Huawei fa notare che ha firmato più di 60 contratti commerciali per 5G con i principali corrieri globali. Yang Chaobin, presidente dei prodotti 5G di Huawei, ha affermato che l’ultima cifra avrebbe segnato un aumento rispetto al precedente annuncio di 50 contratti di Huawei a settembre.

Tra i contratti totali, 32 provengono dall’Europa, 11 dal Medio Oriente, 10 dall’Asia-Pacifico, sette dall’America e uno dall’Africa, riporta la stessa società.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *