fbpx

Le imprese statali in Cina creano opportunità nei mercati esteri

29/12/2018

 

Questo tipo di imprese hanno un ruolo fondamentale nei progetti commerciali all’estero

 

 

Le imprese di proprietà statale in Cina stanno giocando un ruolo chiave nel successo dei progetti all’estero creando opportunità di occupazione più elevate e uguali in diversi paesi, in linea con i principi dell’ambiziosa Belt and Road.

È quanto riporta il recente Rapporto di ricerca sulla responsabilità sociale d’oltremare delle imprese centrali rilasciato giovedì dalla Commissione statale per la supervisione e l’amministrazione delle attività del Consiglio di Stato e dell’Accademia cinese delle Scienze Sociali.

 

Ha valutato gli sforzi delle imprese statali nelle attività di responsabilità sociale aziendale all’estero basandosi su 72 sondaggi.

 

Secondo il rapporto, il 96 percento delle imprese intervistate disponeva di meccanismi specializzati per garantire l’uguaglianza dei posti di lavoro per il personale locale e cinese, il 76 percento aveva politiche per garantire un accesso paritario alla promozione e il 75 percento disponeva di sistemi per garantire pari opportunità di benessere.

“I loro sforzi hanno rafforzato i mercati del lavoro locali aiutando gli sforzi generali delle imprese statali centrali per raggiungere la sinergia con imprese e comunità locali”, ha affermato Zhong Hongwu, direttore della ricerca CSR presso l’Accademia cinese delle scienze sociali.

Entro il 2017, quasi 10.791 imprese statali centrali avevano creato filiali in 185 paesi e regioni. Quelle d’oltremare hanno intrapreso 3.166 progetti per un fatturato totale di 4.7 trilioni di yuan ($ 684 miliardi) e un profitto totale di 106.4 miliardi di yuan.

 

Le unità estere delle aziende statali centrali hanno creato 360.000 posti di lavoro locali nei rispettivi paesi nel 2017.

 

Il 63% delle SOE (imprese statali) centrali ha costituito joint venture con aziende locali, mentre il 51% ha offerto anche supporto tecnologico e finanziario per la costruzione di infrastrutture locali. Power Construction Corp in Cina o PowerChina è una delle SOE centrali che ha fatto passi da gigante nei mercati d’oltremare con le sue varie attività.

Ha contribuito a rinnovare chiese, scuole, strade e ponti locali mentre fondava una centrale idroelettrica a Karuma, in Uganda. “Vogliamo creare una comunità con un futuro condiviso”, ha detto Zhou Jianping, responsabile ingegnere di Power-China.

 

Si prevede che il progetto aggiunga 4 miliardi di kilowattora di energia ogni anno in Uganda e porti circa $ 200 milioni di entrate per il governo.

 

“I nostri progetti idroelettrici e infrastrutturali hanno instillato vitalità nel mercato del lavoro locale e sono parte integrante dei nostri sforzi nella costruzione di comunità per un futuro condiviso”, ha affermato Zhou. Il progetto ha anche creato 6.000 opportunità di lavoro per i residenti locali.

Sinohydro Bureau 8, una consociata di PowerChina responsabile dell’esecuzione del progetto, intraprende anche viaggi in Cina regolarmente destinati ai dipendenti ugandesi per migliorare le competenze.

“Con dipendenti locali che rappresentano fino al 90% della forza lavoro in alcuni SOE centrali, le comunicazioni interculturali possono rivelarsi una sfida per i funzionari dell’azienda”, ha affermato Zhong.

Ha detto che molti aziende statali centrali hanno creato dipartimenti di comunicazione per superare queste difficoltà. Inoltre, quasi il 60% di queste imprese ha incoraggiato i propri dipendenti a unirsi ai sindacati locali o ad altre associazioni per una migliore comprensione della cultura locale.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *