fbpx

L’incontro annuale New Champions 2018 parla di innovazione sociale

19/09/2018

 

Società innovative protagoniste della quarta rivoluzione industriale si incontrano in Cina per il meeting che è anche chiamato Summer Davos Forum

 

 

Questa settimana si svolge la New Champions 2018, incontro dedicato alle compagnie più innovative e che per questa edizione ha sede nel nord della Cina, nella città di Tianjin.

Denominato anche Summer Davos Forum è costituito da quasi 200 incontri da martedì a giovedì. Più di 2.000 ospiti provengono da oltre 100 paesi per l’evento.

 

“La quarta rivoluzione industriale non ha avuto solo un impatto forte sull’economia, ma anche su tutti gli aspetti della società, come il cambiamento portato dall’intelligenza artificiale nell’assistenza sanitaria e nell’istruzione”

 

Lo ha dichiarato Zhong Huibing, vice presidente dell’Accademia delle Scienze Sociali di Tianjin, che si è impegnata nella preparazione dell’appuntamento annuale. Le discussioni riguardano un totale di 12 argomenti, sollevati dalla parte cinese e discussi con il personale straniero del World Economic Forum.

Coprono settori come le forze trainanti per la crescita economica, la ricostruzione di una catena di valore internazionale e la scelta della cooperazione multilaterale, la Cina intesa come porto di libero scambio, la formazione ingegneristica emergente, le industrie innovative, l’applicazione di grandi quantità di dati, la sicurezza urbana pubblica e la prevenzione dei rischi finanziari.

Il premier Li Keqiang si sta occupando della cerimonia di apertura del forum e terrà dibattiti con i leader di paesi tra cui Estonia, Lettonia, Serbia e Samoa oltre che scambiare opinioni con rappresentanti dell’industria e del commercio, della finanza, dei media.

 

Istituito dal World Economic Forum nel 2007, il Summer Davos Forum si tiene ogni anno in Cina, alternandosi tra le due città portuali di Tianjin e Dalian

 

Questi incontri vogliono essere il fulcro per l’innovazione delle imprese dei principali cluster produttivi della Cina. Tramite il progetto “Made in China 2025” la leadership cinese mira a colmare tutte le differenze che ancora la separano dalle potenze economiche occidentali.

Il Summer Davos Forum è uno dei luoghi dove si creano i presupposti e nascono le competenze per l’innovazione delle imprese cinesi, che vuole lasciarsi alle spalle la fama di “fabbrica del mondo”.

Parte del progetto China 2025 si riferisce alla riforma del settore manifatturiero, ma in realtà si tratta di perseguire un obiettivo ben più ampio, che coinvolge molti altri settori.

La riforma infatti ha bisogno non solo delle migliori eccellenze cinesi, ma anche di investitori e know-how dall’estero, affinché la Cina diventi un polo dell’alta tecnologia, di riferimento per il resto del mondo.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *