fbpx

Little Red Book, l’e-commerce cinese che unisce i social al mondo del lusso

15/11/2017

Da semplice community a piattaforma e-commerce di primo livello

Fondato il 6 Giugno 2013, Little Red Book, presente in tutto il mondo con più di 50 milioni di utenti, si è posizionato in poco tempo tra le piattaforme e-commerce più interessanti nello scenario internazionale, diventando in soli 4 anni una delle più grandi community online dedicata ai brand di lusso stranieri.

Ma in cosa consiste Little Red Book? Chiamato Xiao Hong Shu in cinese, ma conosciuto come Red in inglese, non è soltanto una piattaforma per gli acquisti online di prodotti d’importazione di lusso, ma è un ibrido tra un social network ed una piattaforma e-commerce. A differenza dei principali siti di compravendita online, il punto di partenza di Red è stato quello di essere online community, dove gli utenti postano le loro esperienze di shopping all’estero e i prodotti acquistati, aggiungendo descrizioni e consigli. In seguito i confini di questa condivisione si sono sempre più allargati fino a comprendere tutti gli aspetti delle esperienze personali e dei diversi stili di vita.

Ben presto ci si è resi conto che attraverso questo social si poteva creare uno strumento affidabile per poter vendere i prodotti di lusso esteri. Grazie a delle partnership con numerosi brand stranieri, Red ha quindi aggiunto in un secondo momento il canale e-commerce alla sua piattaforma, diventando a tutti gli effetti una realtà importante. Questa necessità nacque anche in conseguenza del problema della merce contraffatta proveniente dall’estero e del flusso di prodotti venduti dai cosiddetti daigou (in cinese 代购, una sorta di agente di commercio cinese che acquista all’estero merce di lusso e poi rivenderla in Cina, a prezzi più bassi rispetto a quelli presenti nel mercato interno).

Red si è quindi imposto come l’alternativa più affidabile per l’acquisto di prodotti stranieri di lusso originali e di qualità.

Gli utenti che riscuotono maggior successo e che quindi hanno un numero maggiore di follower possono interagire attraverso due modalità: seguire gli account ufficiali dei venditori, condividendo le offerte dei loro prodotti ed eventi; oppure seguire i cosiddetti KOL, i Key Opinion Leaders, degli influencer che viaggiano, fanno shopping, postano foto facilmente fruibili dai loro seguaci.

L’integrazione tra interazione e “online business” è alla base del successo di Red. Il segreto di questo “social e-commerce” è riassumibile in tre punti: marketing attraverso passaparola, analisi dei big data e consigli personalizzati. Non c’è modo migliore di aumentare il tasso di conversione che attraverso il passaparola degli utenti reali, con i loro post e i loro commenti. È lo stesso principio su cui si basa la maggior parte delle vendite di Taobao: prima di ogni acquisto infatti è consuetudine leggere i commenti degli utenti che hanno già provato il prodotto, per valutarne le caratteristiche e la qualità e decidere poi se acquistarlo veramente. L’alto numero di consumatori presenti nella piattaforma, con le loro ricerche, like e tutte le attività corollarie, generano un gran numero di dati attraverso i quali Red riesce ad analizzare i bisogni degli utenti per assicurare che i contenuti che essi visualizzano siano quelli per cui nutrono il maggior interesse.

Ad oggi, Red ha costituito magazzini esteri in 29 paesi. Le basi doganali a Zhengzhou e Shenzhen occupano un’area complessiva di più di 50.000 metri quadri dove vengono anche condotte prove e verifiche continue sui prodotti. Nel 2017 Red ha inoltre creato il sistema di logistica internazionale REDelivery, per assicurare la tracciabilità dei vari passaggi del processo di logistica. In questo modo l’utente può controllare nella sezione ‘info logistica’ attraverso quale mezzo e con quale rotta il prodotto ordinato arriverà in Cina. Infine la piattaforma ha organizzato un sistema di stoccaggio della merce nei magazzini doganali sia per diminuire la distanza tra l’utente e il prodotto (gli utenti ricevono il prodotto in media 2/3 giorni dopo aver effettuato l’ordine) sia perché il trasporto dai magazzini doganali contribuisce a diminuire la preoccupazione dei consumatori per la qualità dei prodotti. Qui infatti gli organi competenti della dogana cinese effettuano l’inventario, l’ispezione e lo sdoganamento di tutta la merce importata. Da non dimenticare un terzo fattore, il trasporto di un gran numero di merci nello stesso momento diluisce i costi di importazione cross-border, diminuendo di conseguenza il prezzo finale che il consumatore deve pagare per comprare il singolo prodotto.

Una struttura logistica solida e una strategia di marketing molto precisa: puntare su servizio ed esperienza

Fin dall’inizio quindi il successo di Red si è costruito sulla fiducia dei suoi utenti. Che sia grazie all’originalità dei prodotti, alla velocità di trasporto o alla sicurezza del packaging, la strategia costante su cui si basa Red è sviluppare la fiducia dei propri utenti e offrire loro un’esperienza e un servizio sempre più efficienti. Come il Singles Day per Alibaba, anche Red ha istituito delle giornate particolari di shopping: prima fra tutte il Red 66 Anniversary, che ricorda la fondazione della piattaforma il 6 Giugno, data in cui vengono lanciate particolari promozioni. Per citare alcuni dati, nel corso dell’ultimo 66 Anniversary in solo due ore le vendite hanno raggiunto i 100 milioni di yuan, posizionando Red primo in classifica nella categoria shopping dell’Apple App Store.

Non c’è da meravigliarsi quindi se in così poco tempo Red sia diventata una delle piattaforme più interessanti nello scenario e-commerce cinese e internazionale. Forte del numero di utenti in continua crescita, rappresenta oggi un’ottima vetrina per un brand straniero di moda e lusso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *