fbpx

Logistica intelligente: Geek + guida i progressi in Cina

03/10/2019

 

La strategia di Geek + prevede una flotta di 7.000 robot logistici per una nuova generazione di magazzini automatici con manodopera nulla

 

 

L’economia del futuro sarà sempre più intelligente e le aziende di logistica, che saranno le prime a poter accelerare e ridurre i dipendenti, saranno anche tra le prime a guidare il mercato. E’ questo il caso della start-up Geek + Technology, che è considerata una vera e propria stella nascente nella rivoluzione dell’automazione cinese, spingendo il paese verso robot logistici per i settori dell’e-commerce e della produzione.

Come confermato da Zheng Yong, fondatore e CEO, Geek + ha implementato oltre 7000 robot e completato oltre 200 progetti di logistica intelligente in quattro continenti. Ai suoi clienti, Geek + offre quattro diversi robot basati sull’intelligenza artificiale: sistemi di prelievo, spostamento, smistamento e carrello elevatore.

 

 

I clienti di Geek + sono, tra gli altri, Alibaba Group Holding, il corriere SF Express e il produttore di automobili statale FAW Group

 

 

Zheng, in un’intervista della scorsa settimana a SCMP, ha dichiarato: “Penso che abbiamo fatto un buon lavoro, combinando la tecnologia con le applicazioni del settore. Venderla al consumatore e ottenere ancora più fiducia, oltre ad affrontare i nostri concorrenti, è la sfida che ci aspetta“.

Il futuro di cui parla Geek + è possibile rintracciarlo nella sua fabbrica intelligente a Nanchino, inaugurata lo scorso 25 settembre. La nuova struttura, progettata con una produzione annuale di oltre 10.000 unità, impiega robot industriali, i propri algoritmi AI e il proprio sistema di gestione della logistica di produzione e altri programmi automatizzati per l’assemblaggio di robot.

La procedura per il controllo e lo spostamento dei prodotti è ragguardevole: i robot completano automaticamente le prove finali e l’ispezione del prodotto finito, dopodiché procedono direttamente ad imballare e preparare la spedizione.

 

 

Geek + non è l’unico players ad interessarsi a questo segmento di mercato

 

 

Tuttavia, Geek + non è l’unico players del settore che mira a diventare all’avanguardia per robot e fabbriche logistiche. L’anno scorso, ad esempio, la catena di negozi di abbigliamento giapponese Uniqlo ha ristrutturato il suo magazzino esistente con un sistema automatizzato creato in collaborazione con la società di logistica giapponese Daifuku, contribuendo a ridurre i costi del personale.

Un altro esempio è JD.com, che l’anno scorso ha trasformato un magazzino di 40.000 metri quadrati a Shanghai con la tecnologia Mujin.

Amazon Robotics, il più grande giocatore di robot logistici del settore, ha distribuito oltre 200.000 sistemi. Questa società, precedentemente nota come Kiva Systems, è una consociata del gigante statunitense dell’e-commerce Amazon.com. Da quando Kiva è stata acquisita da Amazon nel 2012, l’azienda ha concentrato la sua tecnologia per l’uso nei magazzini della sua casa madre.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *