fbpx

“More Mall” e O2O: La visione di Jack Ma

18/09/2017

 

Online-to-offline: le parole chiave per il futuro del colosso Alibaba

 

“More Mall”, è questa la nuova sfida di Jack Ma e del suo colosso dell’e-commerce Alibaba. Che una nuova guerra commerciale sul retail universale tra Amazon ed il gigante asiatico sia iniziata? Probabile, ma a lanciare il guanto di sfida fu proprio Jeff Bezos muovendo i primi passi verso l’universo “fisico” acquistando gli store di Whole Foods ed aprendo librerie nei quattro angoli del globo. Jack Ma, che ha costruito il suo impero sempre rivolto verso al futuro, non è rimasto a guardare e la risposta dell’imprenditore cinese si chiama “More Mall”, un megastore che sorgerà nella città di Hangzhou. 

Secondo le anticipazioni di Caixin, la struttura che coprirà circa 40 mila metri quadrati di terreno e sarà alto cinque piani, ospiterà quei marchi made Alibaba e distribuiti attraverso la piattaforma online di Taobao, dando spazio sia a prodotti interamente “Made in China” sia a merce d’importazione. Voci di corridoio insistono nell’affermare che con alta probabilità sarà presente anche un supermercato Hema, la catena di negozi di Alibaba, dal concept discreto e ordinario, che consentono di acquistare e ordinare prodotti con la possibilità della consegna a domicilio. I pagamenti avvengono tramite smartphone, scansionando i codici a barre e e utilizzando un’app dell’insegna collegata ad Alipay. A tutti gli effetti si tratta di una  vera catena rivoluzionaria dal momento che l’intero progetto è stato concepito intorno al concetto “Online to Offline”, altresì chiamato dagli addetti ai lavori con la formula O2O. Centrale per la riuscita del progetto sarà il ruolo dei big data.

 

Alibaba sta lanciando una rivoluzione copernicana nell’ambito della distribuzione

 

Non è quindi un caso che Alibaba nell’arco della sua lunga attività, abbia costruito numerosi data center, in grado di prevedere le tendenze ed i gusti del consumatore. Quello varato da Jack Ma sembra essere a tutti gli effetti un vero e proprio New Deal del mondo della distribuzione. Nonostante il continuo incremento dell’e-commerce, quasi l’80% delle vendite nei confini della Repubblica Popolare avvengono in negozi fisici. L’e-commerce in Cina rappresenta circa il 15% del totale delle vendite al dettaglio. L’obiettivo di Jack Ma non è però tanto incrementare ulteriormente questo dato, bensì digitalizzare il restante 85%. Il nuovo corso di Alibaba è quindi quello di creare una gioiosa armonia tra l’offline e l’online, rendendola dinamica, veloce, flessibile ed efficiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *