fbpx

Nonna Rosetta di Casa Surace arriva anche nella Repubblica Popolare. Virale il video contro il coronavirus e conquista i netizen del Dragone  

03/03/2020

Persino l’account WeChat della famosa Youth League pubblica il video di Nonna Rosetta. Estasiati gli users cinesi che rispondono con parole di affetto

 

E’ diventato virale non solo tra la comunità italiana ma anche tra quella cinese l’ultimo video prodotto da Casa Surace in cui Nonna Rosetta dispensa i simpatici consigli per evitare il contagio da Coronavirus. Sicuramente un modo per sdrammatizzare in un momento tanto delicato non solo per l’Italia, ma anche per altre realtà. Il video dell’incredibile Nonna Rosetta  su come affrontare al meglio la psicosi da qualche giorno circola sui social grazie alla pagina ufficiale di Casa Surace, ma per veicolare il messaggio davvero a tutti è stato sottotitolato in cinese per essere condiviso anche su Wechat, il principale social network cinese.

Tuttavia, quando parliamo dell’app da un miliardo di utenti attivi al giorno, è inevitabile che il tam tam mediatico sia giunto fino in Cina. Il primo a pubblicare la notizia sul proprio mini programma dell’app di Tencent è stato il popolare, quanto importante account della Youth League, tradizionale feudo della leadership cinese che nel tempo ha cresciuto i leader di oggi della Repubblica Popolare come l’ex Presidente Hu Jintao o l’attuale premier Li Keqiang. 

Anche in Cina Nonna Rosetta sembra aver dispensato sorrisi ed i netizen cinesi ne sono conquistati a giudicare dai commenti. I caratteri in cinese traducono, dunque, tutte le battute di Nonna Rosetta che consiglia di starnutire nel gomito, di lavarsi spesso le mani, di non baciarsi preferendo un simpatico occhiolino, ma soprattutto di non discriminare le etnie a causa della diffusione del Covid-19. Non potevano poi mancare i riferimenti alla cucina campana, come il ragù che può “pippiteare 14 giorni” nel caso si venisse messi in quarantena e il “pacco da giù” per chi risiede al Nord e non può spostarsi per andare a fare la spesa.

 

Tags:

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *