fbpx

I nuovi semi di soia ragione di guerra commerciale USA-Cina

08/10/2019

 

In Cina nasce una nuova soia che potrebbe evitare al paese il commercio con gli States dell’alimento base della propria alimentazione

 

Si chiama APSoybeans la nuova soia che potrebbe rendere la Cina economicamente più  autosufficiente in un contesto di guerra commerciale con gli Stati Uniti. Gli scienziati hanno creato Henong-71, i cui semi producono quasi quattro volte la resa media si una pianta in Cina.

 

Un calo delle importazioni dagli Stati Uniti ha lasciato un deficit per il più grande consumatore di soia del mondo.

Una nuova specie ibrida di soia potrebbe aiutare la Cina a evitare i maggiori costi di importazione durante la sua guerra commerciale con gli Stati Uniti, nonostante il divieto interno delle colture GM ad alto rendimento che dominano il mercato.

I test di coltivazione di una soia nella regione autonoma dell’Uigura dello Xinjiang, nella Cina occidentale, hanno raggiunto un rendimento record dopo che gli scienziati del nordest del paese hanno creato una specie ibrida che ha coltivato baccelli extra e si è dimostrata più resistente alle intemperie.

I semi di Henong-71 hanno prodotto quasi quattro volte la resa media dei semi di soia coltivati ​​in Cina, secondo quanto dichiarato dall Ministero della Scienza e della Tecnologia la scorsa settimana.

Le importazioni della pianta dagli Stati Uniti sono precipitate dopo che la Cina ha schiacciato le tariffe punitive del 25% sui semi di soia americani nel luglio dello scorso anno.

Ciò ha costretto il più grande consumatore di soia al mondo – la Cina ha importato 88 milioni di tonnellate l’anno scorso, secondo i suoi dati doganali – ad acquistare da altri paesi e aumentare la produzione interna.

Per tradizione è leader globale nella produzione di una coltura che fornisce materie prime per il tofu ed è stata un’importante fonte di proteine ​​per i cinesi sin dalle prime testimonianze archeologiche, nel 1100 a.C.

Ma oltre l’80% delle piantagioni di soia in tutto il mondo ora utilizza specie geneticamente modificate (GM) che sono state modificate con un gene estraneo per fornire resistenza agli erbicidi.

Piantare colture GM è illegale in Cina, quindi i ricercatori del Northeast Institute of Geography and Agroecology di Changchun hanno dovuto trovare modi alternativi per aumentare i raccolti e ridurre i costi.

Un team guidato dai professori Guo Tai e Feng Xianzhong ha creato varie nuove specie come ibridi tra domestico e selvatico, quindi ha messo i semi in una camera radioattiva per simulare e accelerare la mutazione che si verifica alla luce del sole.

A differenza delle specie geneticamente modificate, questi semi di soia non contenevano geni estranei, ma i ricercatori hanno selezionato e potenziato i geni che già possedevano, per migliorare la resa potenziale e altri tratti specifici, come il rafforzamento del gambo della pianta per aiutarlo a prosperare in condizioni di vento.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *