Il porto di Ningbo-Zhoushan rappresenta la crescita della Cina

29/06/2018

 

Il porto di Ningbo in Cina è merito ed effetto dello sviluppo commerciale ed economico del paese

 

 

Ufficialmente chiamato porto di Ningbo-Zhoushan, dalla fusione dei porti di Ningbo e Zhuoshan nel 2006, il porto di Ningbo si trova nella provincia di Zhejiang, circa 150 km a sud di Shanghai.

L’infrastruttura portuale di Ningbo comprende un enorme terminal per il petrolio greggio e un ormeggio per il carico minerale che in realtà contribuisce a renderlo il porto più trafficato del mondo in termini di grandezza.

È il più trafficato nonostante gestisca un numero molto minore di container nel tratto da Shanghai e Shenzhen. Nel 2016, il porto di Ningbo-Zhoushan ha raggiunto un livello mondiale grazie alla grandezza del suo volume di merci che raggiunge i 900 milioni di tonnellate.

La città di Ningbo, una città sub-provinciale in Cina, economicamente sviluppata, con una cultura profonda, è considerata civilizzata, culturale, con una lunga storia, quindi è meta turistica d’eccellenza nella Cina continentale.

Nel 2016, ha raggiunto un PIL di 854.111 miliardi di yuan, con un aumento del 7,1 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Secondo la popolazione residente, il PIL pro capite della città è di 108804 yuan, con un aumento del 6,6%.

Ningbo vanta scambi commerciali con 211 paesi e regioni di tutto il mondo, con un volume di importazioni e esportazioni superiore a 100 miliardi di dollari per l’anno 2016. È una città hub globale di comunicazioni nel sud del delta del fiume Yangtze, con funzioni integrate di aeroporto, ferrovia ad alta velocità e rete autostradale.

 

Sedici grandi città nel Delta del fiume Yangtze, tra cui Shanghai, sono alla portata di un viaggio di due ore. È semplice da lì viaggiare e collegarsi in tutto il mondo.

 

Alla fine del 2017, il porto di Ningbo-Zhoushan ha riferito che il suo volume annuale di carico ha raggiunto un miliardo di tonnellate. Situato all’incrocio tra la cintura economica della Via della seta e la Nuova via della seta del 21 ° secolo, sull’ala sud della cintura commerciale del fiume Yangtze, il porto di Ningbo-Zhoushan ha i più grandi ormeggi in acque profonde e collegamenti con la maggior parte dei porti cinesi.

Le rotte marittime del porto sono aumentate a 86, dopo l’iniziativa Belt ad Road cinese, la campagna per antonomasia a favore degli scambi commerciali e della crescita economica in tutta l’Asia e oltre, fortemente voluta dal presidente Xi Jinping.

 

La Belt and Road ha garantito accordi di cooperazione con altri 20 porti.

 

Inoltre, il porto di Ningbo ha lanciato servizi di trasporto marittimo per 11 treni che si fermano in 36 città di 14 province della Cina, nonché in paesi dell’Asia centrale e settentrionale e dell’Europa orientale.

Si prevede che il volume di spostamento dei container del trasporto marittimo su rotaia supererà i 400.000 container standard quest’anno, con un aumento del 60% su base annua.

 

Ningbo-Zhoushan ha gestito oltre 10 milioni di TEU dai paesi lungo la Belt and Road nel 2017, in crescita del 16% su base annua, e la sua crescita si riflette in altre regioni della Cina.

 

L’aumento dei container che attraversano i principali porti della Cina è più che raddoppiata nel 2017 al 7,1 percento, spingendo il volume a oltre 200,3 milioni di TEU, secondo il Journal of Commerce. L’accelerazione della crescita delle importazioni statunitensi dall’Asia lo scorso anno, dal 3,7 al 5,5 percento, ha contribuito a far salire i volumi.

L’aumento dell’8,4 percento di Shanghai ha portato per la prima volta oltre 40 milioni di TEU, il container Ningbo-Zhoushan è cresciuto del 14,1 percento a 24,6 milioni di TEU e Xiamen è cresciuto dell’otto percento a 10,4 milioni di TEU.

Anche il principale operatore portuale cinese China Merchants Port (CMPort) ha stabilito un record nel 2017, gestendo un volume totale di container di 102,93 milioni di TEU nelle sue attività portuali, in aumento del 7,5% e rappresentando una svolta di 100 milioni di TEU.

China Merchants Group, fondata nel 1872, è stata un pioniere nello sviluppo del moderno settore portuale e marittimo cinese e ha espanso la sua impronta cinese dalla base occidentale di Shenzhen alle principali sedi di hub come Zhangzhou, Shanghai, Ningbo, Qingdao, Tianjin e Dalian.

Per il record del 2017, i porti della Cina continentale hanno movimentato 77,10 milioni di TEU, Hong Kong e Taiwan hanno gestito 7,48 milioni di TEU e i porti oltreoceano hanno gestito 18,35 milioni di TEU.

 

La Crescita delle esportazioni in Cina si prevede inarrestabile. È il principale fattore di crescita del Dragone.

 

Si prevede che le esportazioni cinesi di beni di valore continueranno ad aumentare passando dall’11,8% del 2017 al 12,3% del 2018, secondo i dati IHS Markit. Una tendenza simile di crescita del 5,4% quest’anno rispetto al 4,3% dello scorso anno è registrabile per le importazioni statunitensi.

Il Fondo Monetario Internazionale ha dichiarato che la crescita annuale del PIL cinese dovrebbe raggiungere il 6,6% quest’anno, 0,1 punti percentuali in più rispetto alle previsioni precedenti. Si prevede che le esportazioni continueranno ad essere il principale fattore di crescita della Cina.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *