fbpx

Il prossimo trend cinese? Lo sport

29/07/2019

Alibaba è riuscita a combinare sport ed e-commerce. Cresce lo sports market cinese, grazie anche alle politiche di supporto di Pechino.  Ma c’è ancora molto altro in arrivo

 

L’ultimo trend del mercato cinese? Senza ombra di dubbio lo sport. Ed anche in questo ambito il Dragone ha trovato una propria via, riuscendo a combinare sport ed e-commerce. Frontrunner di questa frontiera sportiva è Alibaba con la sua controllata Alisports.  Lo slogan? Rendere lo sport semplice e per tutti, e Alibaba sembra aver fatto centro, anche grazie alle favorevoli politiche di Pechino che vuole incentivare la popolazione all’attività fisica. In ultimo la “Healty China Initiative”.

 

 

Dati alla mano, la popolazione cinese è divenuta più sedentaria rispetto al passato e negli ultimi anni si è registrato un aumento dell’incidenza di malattie cardiovascolari anche tra i giovani. Pechino ha deciso quindi di correre ai ripari ed il motivo è presto detto. Gli analisti di stato hanno infatti compreso che proseguendo con questo trend, il tutto si trasformerà non solo con un aumento di spesa da parte sistema sanitario nazionale, ma anche per le famiglie. Insomma, il vecchio detto “prevenire è meglio che combattere” sembra trovare qui tutta la sua validità.

 

Da qualche anno il Governo centrale ha infatti introdotto nelle scuole anche corsi didattici su come seguire una corretta alimentazione evitando così problemi in futuro. In questa cornice di promozione allo sport, come si posiziona Alibaba e la sua Alisports?

 

Innanzitutto, Alisports sembra aver sposato in toto un mantra governativo: salute e felicità. Avendo questo in mente, Jack Ma ha cercato di creare una piattaforma che potesse combinare ed integrare in Cina e-commerce e sport. Ecco quindi il lancio di Alisports, una app alla quale ancora tutti guardano con curiosità. Ma cosa è realmente Alisports e come funziona?

L’idea di costruire una piattaforma per “l’economia sportiva” sembra essere difficile da comprendere per il pubblico occidentale. Con l’aiuto di internet, Alibaba ha avuto l’idea di promuovere lo shopping online con l’esercizio fisico e viceversa. Il colosso di Hangzhou di fatto ha creato una sorta di “banca delle calorie”, un’intuizione per incoraggiare sia vendite online, ma anche l’attività fisica tout court.

Gli utenti di questa banca ottengono monete virtuali solo dopo aver bruciato calorie ogni giorno. In altre parole, la quantità di calorie bruciate equivale al numero di monete virtuali e le monete le possiamo equivalere con il denaro reale e quindi sono idonee al consumo su varie piattaforme di e-commerce di Alibaba. 

 

Quindi ora grazie a questo nuovo servizio, le persone sanno quanto hanno consumato e saranno in grado di contare e programmare anche altre diverse attività.

 

Non solo, Alisports sottolinea l’importanza dello stare in salute anche per quelle persone che non sono consapevoli di quanto esercizio fisico facciano ogni giorno o di come calcolare la quantità di calorie che hanno bruciato facendo attività. E le vendite di Alisports sono tutte in salita. Basti pensare che nel 2017 l’app ha guadagnato più di 11 miliardi di dollari, pari ad un decimo dell’intero sports market americano.

In Cina c’è fame di sport. Un dato su tutti è l’aumento del “turismo sportivo”. Dalle immersioni in Thailandia alle arrampicate sulle montagne della Svizzera o le Ande, i cinesi stanno riscoprendo l’attività all’aria aperta. Con relativa crescita delle vendite di tutto il comparto dello sport-apparel cinese. Vendite che passano anche attraverso piattaforme e-commerce e portali appositi come Alisports, all’interno del quale è possibile trovare tutto ciò connesso con lo sport come scarpe, barrette energetiche e persino programmi training.

 

©Anta. Pubblicità ufficiale per le Olimpiadi invernali 2022 di Pechino. Anta sarà main sponsor per la nazionale cinese

 

Ma attenzione, Alisports non sta svolgendo un mero ruolo di venditore. Alibaba sta costruendo una piattaforma capillare che colleghi il “comportamento sportivo” dei suoi utenti con le loro “preferenze nell’acquisto” di prodotti. Possiamo parlare anche qui di integrazione tra online e offline? Sicuramente sì, Alisports offre la possibilità di convertire gli “esercizi offline” in monete virtuali per gli “acquisti online”.

Alibaba sta trasformando i cinesi in amanti dello sport. Questo è un dato di fatto. Anche grazie alle tante collaborazioni e relazioni che l’azienda di Jack Ma è riuscita a tessere nel tempo. Dalla collaborazione con la FIFA per l’edizione 2018 dei mondiali di calcio in Russia, Alibaba sarà anche main sponsor delle Olimpiadi di Tokyo 2020 e di quelle invernali di Pechino. Una mission internazionale che per ora non distoglie il colosso di Hangzhou dall’obiettivo principale, la speranza di ottenere maggiore partecipazione e attenzione allo sport in generale e saper apprezzare quei benefici apportati proprio dall’esercizio fisico. 

 

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *