Qatar Airways sta aumentando il suo interesse per la Cina

11/02/2019

Qatar Airways ha acquistato il 5% delle azioni di China Southern, aumentando così il valore dell’azienda cinese. Una strategia per aumentare i voli diretti verso il Medio Oriente

 

 

Gli investimenti di società straniere in Cina arrivano in modi diversi e variegati. Uno di questi è sicuramente quello di acquistare le azioni delle più promettenti società del paese, come succede è con Qatar Airways. La società aerea, per aumentare la sua presenza in Cina, ha infatti deciso di acquistare il 5% delle azioni di China Southern Airlines Co.

Qatar Airways è ora il quarto maggiore azionista della Cina meridionale e le azioni della società cinese sono aumentate anche dopo che Qatar ha mostrato interesse nel tentativo di rafforzare la sua rete in Cina.

Con un totale di 613,36 milioni di azioni nel Sud della Cina, tra cui 430 milioni di azioni quotate a Shanghai e 183 milioni a Hong Kong, Qatar Airways si posiziona tra le società più influenti nel paese.

 

Qatar Airways è il quarto maggiore azionista della compagnia aerea cinese con sede a Canton

 

L’operazione di Qatar è parte di una strategia di operazioni globali che considera la Cina un corollario fondamentale. Qatar Airways, infatti, possiede il 20% del proprietario di British Airways IAG SA, il 10% del vettore sudamericano Latam Airlines Group SA e quasi il 10% di Cathay Pacific Airways Ltd. La Cina risulta quindi essere un mercato essenziale per la crescita del marchio.

Per quanto riguarda le operazioni di China Southern – con sede a Guangzhou – una delle operazioni più recenti è la conclusione dell’alleanza con SkyTeam, oltre alla nuova alleanza con Oneworld. China Southern è anche in trattativa per formare una joint venture con British Airways e stipulare un accordo di code sharing con Finnair Oyj; tutti membri di Oneworld.

Essendo la compagnia aerea più grande della Cina, China Southern potrebbe essere un partner ideale per i membri di Oneworld, al fine di migliorare i loro servizi da e verso la Cina“, ha scritto Edward Xu, analista di Morgan Stanley.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *