fbpx

Quali gli ultimi trend del pet food in Cina?

06/12/2017

Negli ultimi anni, il numero di animali domestici all’interno delle case cinesi è in costante crescita. Grazie alla cors economica e al relativo benessere della popolazione, da quanto riportato dalle statistiche, negli ultimi anni il numero di cani e gatti domestici è salito molto sia nelle zone rurali che nelle zone urbane, anche se i principali centri di questo cambiamento sono Pechino e Tianjin per il nord, e le aree attorno alle foci del Fiume Azzurro e del Fiume delle Perle per il sud. Nel 2014 in Cina solo il 6,7% delle famiglie aveva un cane da compagnia e solo 1,5% aveva un gatto, oggi invece centri veterinari, saloni di toelettatura, negozi di animali e tutta l’industria del settore sta avendo un forte sviluppo.

E grande è l’attenzione cui i padroni riservano ai loro amici a quattro zampe, cercando alta qualità ai prodotti da destinare a loro. In questa cornice il settore per gli alimenti per animali continua il suo trend positivo. Ormai prioritario è la salute dell’animale e il valore  valore nutrizionale che il prodotto può recare all’animale. Sicuramente il pet food è il settore che sta avendo la crescita più sorprendente. Nel 2013 il mercato del cibo per animali valeva 2,5 miliardi di euro, mentre nel 2015 è arrivato a superare i 3,2 miliardi di euro. In seguito a questa crescita, oggi possiamo dividere questo mercato in diverse categorie: alimenti di base, snack, prodotti per la salute ed alimenti funzionali.

Le potenzialità di questo mercato sono decisamente ampie, ma al momento il mercato è dominato solo da prodotti di media e bassa gamma. Per il futuro ci si aspetta che l’aumento di domanda porti una maggiore diversificazione dei prodotti. Già oggi parte dei consumatori ricercano caratteristiche diverse nel pet food, per esempio alcuni danno maggiore importanza alla sicurezza del cibo, altri invece ricercano prodotti che possano fornire tutti i valori nutrizionali di cui l’animale ha bisogno. Alcuni brand hanno già iniziato a dare una risposta a questo nuovo bisogno, infatti si vedono sul mercato alcuni marchi di media fascia che offrono una gamma di prodotti più ampia, ad esempio hanno introdotto i prodotti specifici per la crescita. Va ricordato che per il futuro si prevede che non saranno i prodotti autoctoni di bassa gamma a dominare il mercato a causa della loro bassa qualità e pubblicità, inoltre si ritiene che entro il 2022 la percentuale di mercato dei prodotti alimentari di base avrà un forte declino in favore di tutte le altre categorie di prodotti, come snack e prodotti per la salute.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *