fbpx

Salone Internazionale dell’Automobile, le case cinesi svelano nuove concept car a Francoforte

14/09/2019

 

Tra gli 800 espositori provenienti da 30 paesi diversi, ben 79 arriveranno dalla Cina, confermando il paese asiatico al primo posto tra gli espositori internazionali

 

 

Le case automobilistiche cinesi stanno giocando un ruolo da protagoniste al Salone Internazionale dell’Automobile di Francoforte di quest’anno. Con diversi marchi che portano nuove auto abbaglianti e concept car dotate di tecnologie di tendenza, le aziende asiatiche stanno attirando l’attenzione di esperti e curiosi.

Sono circa 800 gli espositori provenienti da 30 paesi e regioni registrati per l’IAA 2019, che andrà avanti fino al 22 settembre. La Cina, con 79 aziende presenti alla fiera, occupa il primo posto tra gli espositori internazionali.
I produttori cinesi Hongqi, Great Wall Motors e la startup Byton hanno già tenuto eventi rivelando le loro nuove auto, principalmente nel segmento premium.

 

 

Hongqi ha presentato una supercar ed un SUV elettrico

 

 

Hongqi, sotto la guida del gruppo automobilistico cinese FAW Group, ha presentato la sua prima supercar S9 autoprodotta ed il SUV E115 completamente elettrico.

Si tratta della prima apparizione del marchio in un salone automobilistico d’oltremare in quasi sei decenni. Hongqi ha intrapreso un nuovo viaggio con una strategia e una visione completamente nuove per creare una “bella vita e una buona mobilità” per i clienti in Cina e non solo, ha dichiarato Xu Liuping, presidente del Gruppo FAW.

Hongqi, a conferma della bontà del suo operato, ha visto un incredibile aumento del 600% delle vendite nel 2018 e punta a vendere più di 100.000 unità già quest’anno.

 

 

WEY-S e WEY-X: Great Wall punta sulla tecnologia

 

 

Great Wall Motors è arrivato al salone dell’auto di quest’anno con il marchio WEY. WEY-S, una concept car dotata di un sistema di guida autonomo di livello 4, ha quindi fatto il suo debutto insieme ad un’altra concept car: WEY-X.

Wei Jianjun, fondatore di WEY e presidente di Great Wall Motors, ha dichiarato che WEY ha investito preventivamente in tecnologie quali elettrificazione, intelligenza artificiale, connettività e celle a combustibile a idrogeno.

Il suo centro di ricerca e sviluppo in Germania potrebbe essere un punto di partenza per il suo piano futuro che guarda al mercato estero. “Prevediamo di entrare ufficialmente e completamente nel mercato dell’Unione Europea tra due anni“, ha detto Wei.

 

 

Byton attende lo sviluppo dell’elettrica M-Byte

 

 

La casa automobilistica cinese Byton, invece, ha rivelato la versione di produzione del suo primo veicolo elettrico M-Byte. Il CEO Daniel Kirchert ha dichiarato di essere felice di presentare M-byte al pubblico mondiale di Francoforte, una pietra miliare che segna il viaggio dell’azienda dall’idea alla produzione.

Si prevede che la fabbrica cinese di Byton inizierà la produzione di prova a ottobre e M-byte verrà consegnato ai clienti cinesi a partire dal prossimo anno, entrando ufficialmente nei mercati americano ed europeo nel 2021.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *