fbpx

SenseTime espande i suoi prodotti in tutto il mondo

03/07/2018

 

SenseTime sta espandendo la sua frontiera digitale, dal riconoscimento facciale alla guida autonoma

 

 

SenseTime, la società di intelligenza artificiale più importante del mondo, si sta focalizzando sulla visione artificiale e sulle tecnologie di deep learning. SenseTime, che conta Alibaba e Qualcomm tra i suoi investitori, ha ora deciso di espandersi anche verso la guida autonoma e la realtà aumentata (AR).

Secondo una dichiarazione del co-fondatore Xu Bing in una conferenza ad Hangzhou, l’obiettivo della società è quello di diventare una “compagnia di piattaforme” per le tecnologie IA, in una spinta nazionale verso la supremazia dell’innovazione.

I nostri algoritmi, leader per il riconoscimento facciale, hanno già dimostrato un grande successo“, ha detto Xu, “e ora arrivano nuove tecnologie per guida autonoma, che consentono alle macchine di riconoscere le immagini sia all’interno che all’esterno delle auto e un motore di realtà aumentata, che leggerà le espressioni facciali e il movimento del corpo“.

 

 

La realtà aumentata integra le informazioni digitali nell’ambiente esistente dell’utente in tempo reale

 

 

Secondo la società, SenseTime ha raggiunto la redditività lo scorso anno grazie alla vendita di applicazioni basate su AI per smart city, sorveglianza, smartphone, intrattenimento su Internet, finanza, vendita al dettaglio e altri settori.

Ma questo è solo l’inizio per SenseTime. La società ha deciso di espandersi geograficamente, fornendo i propri servizi a nuovi operatori. Ad esempio ha annunciato la scorsa settimana di aver firmato accordi separati con Singapore Telecommunications (Singtel), Nanyang Technological University e National Supercomputing Centre a Singapore per effettuare ricerche avanzate e sviluppare soluzioni basate su AI.

 

 

SenseTime ha raccolto 620 milioni di dollari a maggio rafforzando la sua posizione come la più importante start-up di intelligenza artificiale del mondo

 

 

Xu alla conferenza TechCrunch ha anche spiegato i motivi che hanno portato l’azienda a cercare nuovi fondi: “La nostra esperienza in Cina ci insegna che devi muoverti velocemente per ottenere scoperte. I nostri investitori possono portare non solo denaro, ma anche partnership strategica. È la sinergia che apprezziamo di più. In Cina, se vuoi diventare una grande piattaforma di intelligenza artificiale, la tecnologia non è abbastanza“.

Tra le fortune di SenseTime c’è anche il fatto che la Cina è un paese che ha accolto il riconoscimento facciale per le strade. “L’innovazione della Cina nei modelli di business è molto più veloce rispetto ad altri paesi“, ha detto Xu, “con l’innovazione tecnologica e l’intelligenza artificiale come strategia nazionale, possiamo puntare ad una crescita esplosiva della domanda del mercato“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *