fbpx

Shaanxi promuove lo sviluppo dell’e-commerce transfrontaliero

28/05/2019

 

La Belt and Road Initiative è di supporto allo sviluppo del commercio elettronico internazionale

 

 

Shaanxi sta sfruttando la Via della seta online per sviluppare il commercio elettronico transfrontaliero. Il miele dalla Nuova Zelanda, il caffè del Ruanda, il durio dalla Cambogia, così come i prodotti sanitari dall’Australia, sono ora tutti disponibili tramite i canali online.

He Jian, a capo del comitato di gestione dell’Aeroporto New City dell’area di Xixian a Shaanxi, ha detto l’8 aprile che Shaanxi ha completato la sua prima attività di importazione di commercio elettronico transfrontaliero nell’Aeroporto New City, costruendo la Via della Seta online che connette la regione dell’entroterra nordoccidentale della Cina con il mondo esterno.

“L’aeroporto internazionale Xi’an Xianyang ha ora 345 compagnie aeree nazionali e 67 compagnie aeree internazionali che collegano 55 paesi e regioni del mondo: tre superstrade, due linee ferroviarie interurbane e quattro linee della metropolitana si incontrano all’aeroporto, formando un centro di trasporto multimodale che può distribuire beni di e-commerce transfrontalieri ovunque nel minor tempo possibile”, ha affermato.

 

I dati del ministero del commercio hanno dimostrato che nel 2018 le vendite al dettaglio di e-commerce cinese hanno totalizzato 134,7 miliardi di yuan (19,5 miliardi di dollari), con un aumento del 50% su base annua. Tra questi, le vendite di importazione sono aumentate del 39,8% su base annua a 78,6 miliardi di yuan.

 

Con il fiorire del commercio elettronico transfrontaliero, si sta approfondendo la cooperazione internazionale. Nell’ambito della BRI, il Ministero del Commercio ha promosso la Via della seta online e ora ha firmato accordi con 18 paesi e regioni lungo la Belt and Road, tra cui Australia, Cambogia e Italia.

“In futuro, potenzieremo il supporto delle politiche, creeremo regolamentazioni perfette e un ambiente commerciale più vantaggioso per l’e-commerce transfrontaliero, in modo da realizzare la normalizzazione dell’e-commerce tra le economie coinvolte nell’iniziativa e promuovere la liberalizzazione e facilitazione del commercio”, ha detto Qian Fangli, vice-capo del dipartimento del Ministero dell’e-commerce.

Guo Tao, consulente commerciale presso la Commissione australiana per il commercio e gli investimenti, ha dichiarato: “La Cina è il principale partner commerciale dell’Australia, perché il paese è sia la principale destinazione di esportazione che risorsa di importazione dell’Australia. In passato, le merci commerciali tra Australia e Cina erano fisse in alcune categorie, ma ora la nostra attività è più diversificata.”

I dati dell’Australian Bureau of Statistics hanno mostrato che nel 2018 il volume degli scambi tra Cina e Australia ha raggiunto 143,1 miliardi di dollari, con un aumento del 14,1% su base annua.

 

“Con l’aiuto dell’e-commerce, il nostro rapporto commerciale con la Cina è ancora più stretto, e il commercio elettronico transfrontaliero sta avvantaggiando molti marchi australiani”, ha detto Guo.

 

Durante il Singles Day dello scorso anno, il festival dello shopping online in Cina, che cade l’11 novembre, l’Australia è stato il quarto paese che ha più venduto in Cina sulla piattaforma T-mall di Alibaba.

“Con la Via della seta online, il nostro commercio via e-commerce con la Cina è ulteriormente migliorato: in futuro, l’Australia è disposta a partecipare di più alla Via della seta online, e non vediamo l’ora di lavorare più a stretto contatto con altre città, come Xi’an, in Cina”, ha aggiunto.

 

L’11 maggio è stata istituita la zona di dimostrazione della cooperazione internazionale transfrontaliera di e-commerce di Xi’an, poiché il governo centrale lavora per promuovere la regione nord-occidentale della Cina nel mondo, nonché per promuovere la riforma e l’apertura e la trasformazione del commercio estero.

 

Il vice ministro del commercio Qian Keming ha affermato che “il commercio elettronico transfrontaliero della Cina copre ormai la maggior parte delle regioni e ha coltivato numerosi marchi influenti.

Con l’istituzione delle 35 zone di dimostrazione della cooperazione internazionale transfrontaliera per l’e-commerce, l’e-commerce cinese oltre frontiera sta diventando realtà. ”

Ha aggiunto che l’istituzione della Zona di dimostrazione della cooperazione internazionale per il commercio elettronico transfrontaliero di Xi’an aprirà un nuovo capitolo nello sviluppo del commercio elettronico transfrontaliero di Shaanxi.

 

In futuro, il governo rafforzerà il sostegno all’apertura della Cina occidentale, promuoverà il commercio elettronico transfrontaliero tra le economie coinvolte nella BRI, per costruire un’area interna di riforma e apertura.

 

“Quest’anno ricorre il sesto anniversario della proposta della BRI e continueremo ad aderire al principio di raggiungere una crescita condivisa attraverso discussioni e collaborazioni, incoraggiando le imprese a sviluppare il commercio elettronico transfrontaliero lungo la BRI, aiutando i paesi e le regioni lungo la Belt and Road Initiative a sviluppare la loro economia digitale per fondersi nella globalizzazione del commercio.

Li supporteremo nel mantenere il sistema commerciale multilaterale, promuovere lo sviluppo del commercio elettronico transfrontaliero, come forte impulso alla costruzione della BRI, e a promuovere costantemente un commercio regolare”, ha aggiunto.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *