Shandong Gold, il minatore statale pianifica l’ingresso nel mercato azionario

14/09/2018

 

Shandong Gold Mining, uno dei più grandi minatori della Cina, ha in programma $ 768 milioni di dollari per l’offerta pubblica iniziale di Hong Kong

 

 

Quotato a Shanghai con una capitalizzazione di mercato di 43,6 miliardi di yuan, lo Shandong Gold Mining, uno dei più grandi minatori d’oro della Cina, sta cercando di raccogliere $ 768 milioni nell’offerta pubblica iniziale di Hong Kong (IPO) per finanziare l’espansione all’estero.

Shandong Gold controlla e gestisce 12 miniere d’oro della Cina – il paese che produce il maggior numero di oro al mondo – e detiene circa il 6,6% della produzione nazionale. Secondo Shandong Gold, che ha presentato una relazione alla borsa di Hong Kong, la società offre 327,7 milioni di azioni H tra HK $ 14,7 e HK $ 18,4 (US $ 1,87-2,34).

 

 

La società controlla e gestisce 12 miniere d’oro nazionali

 

 

Secondo gli esperti, la mossa del minatore cinese è stata fatta anche per coprire i debiti contratti per l’acquisto di un mezzo palo nella miniera di Veladero, la più grande miniera d’oro argentina.

Li Guohong, presidente di Shandong Gold, ha dichiarato: “Per raggiungere il nostro obiettivo di diventare uno dei primi minatori d’oro del mondo entro il 2020, dobbiamo espandere le nostre risorse internazionali. Questo può essere fatto solo attraverso fusioni e acquisizioni all’estero, quindi dobbiamo aprirci ai mercati di capitali internazionali“.

 

 

Il prezzo dell’offerta di Hong Kong sarà fissato il 20 settembre

 

 

Per quanto riguarda le previsioni degli utili, anche se nell’ultimo periodo il prezzo dell’oro è sceso leggermente, Li ha detto che la società è fiduciosa rispetto ad una tendenza al rialzo dei prezzi dell’oro, che emergerà entro i prossimi 12 mesi.

Il prezzo dell’offerta di Hong Kong sarà fissato il 20 settembre e le azioni inizieranno a essere negoziate otto giorni dopo. CCB International, China Securities International e ICBC International sono sponsor congiunti della quotazione. Lo Shandong Gold Group, la holding nazionale, deterrà il 46,64% al 47,69% delle azioni della società dopo il flottante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *