fbpx

Shenzhen, entro il 2020 arriva il porto di libero scambio

27/06/2018

Il porto di Shenzen taglierà ulteriormente la burocrazia e snellirà le procedure sullo sdoganamento

 

Continua lo sviluppo della Cina meridionale. In quest’ottica, infatti, Shenzhen ha annunciato la costruzione di un porto di libero scambio entro la fine del 2020, tagliando ulteriormente la burocrazia e snellendo le procedure di sdoganamento.

Il porto di Shenzhen raggrupperà una serie di porti già presenti, in parte, lungo la costa della regione. La capienza, secondo le aspettative, dovrebbe farne il terzo maggior porto per numero di container nel mondo.

 

L’infrastruttura presenterà politiche commerciali e di liberalizzazione degli investimenti ad alto livello

 

Una linea guida pubblicata dall’amministrazione locale la scorsa settimana, mostra come il porto preveda di ridurre i tempi di sdoganamento delle spedizioni di merci di un terzo entro il 2020, snellendo le procedure e alzando alcune restrizioni commerciali.

Nelle linee guida, inoltre, è stato anche proposto di sviluppare congiuntamente il porto di Shenzhen e il porto di Hong Kong in un centro di spedizioni internazionali.

L’infrastruttura, come tutti i porti di libero scambio, presenterà politiche commerciali e di liberalizzazione degli investimenti ad alto livello. La Cina, in tal senso, ha annunciato un piano per rendere tale la zona della provincia dell’isola meridionale di Hainan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *