fbpx

Si sviluppa il mercato EV in Cina

24/05/2019

 

Si vendono sempre più i veicoli elettrici, gli investimenti nel settore si espandono in Cina.

 

 

Le vendite di veicoli elettrici puri (EV) in Cina hanno raggiunto 278.000 unità nei primi quattro mesi del 2019, con un aumento del 65,2% rispetto all’anno precedente, come rivelato recentemente dall’Associazione automobilistica cinese (CAAM).

 

La crescita del mercato, la maturazione della catena industriale e l’espansione degli investimenti indicano che il settore EV è diventato un punto culminante delle industrie emergenti strategiche della Cina.

 

La Cina ha implementato uno schema di doppio credito che valuta il credito dei produttori automobilistici in base al consumo di carburante delle auto a benzina e della produzione di nuovi veicoli energetici (NEV), che ha svolto un ruolo fondamentale nel facilitare lo sviluppo dei NEV.

Secondo Miao Wei, Presidente del Ministero dell’Industria e dell’Information Technology (MIIT) cinese, lo scorso anno sono stati venduti in Cina 1,25 milioni di NEV, con un aumento del 61,7% rispetto all’anno precedente, di cui 984.000 interamente a energia elettrica.

 

Entro la fine del 2018, 94 imprese in Cina, comprese joint venture, e 24 compagnie automobilistiche d’oltremare, hanno concluso 107 operazioni di credito per un totale di 700 milioni di yuan ($ 101 milioni) nell’ambito del doppio credito, ha detto Miao.

 

Il progetto ha ampiamente migliorato la qualità del prodotto e ha ulteriormente stimolato il mercato, ha aggiunto. I veicoli elettrici hanno rappresentato l’1% della quota di mercato automobilistico in Cina per la prima volta nel 2015, salendo al 4% nel 2018.

Lo ha dichiarato Wang Chuanfu, presidente della casa automobilistica cinese BYD. Tale rapidità di progresso è una delle caratteristiche principali del mercato EV in Cina. Un tempo guidato da politiche di incentivi, si sta ora trasformando in una direzione orientata al mercato.

 

Prima del 2017, il 70% delle vendite di EV proveniva dai mercati tradizionalmente alimentati dalle politiche, ma lo scorso anno la cifra è scesa al di sotto del 50%.

 

Aion S, un modello EV prodotto dal costruttore automobilistico cinese GAC, ha ricevuto oltre 30.000 ordini il giorno in cui è stato lanciato lo scorso mese. Secondo Gu Huinan, direttore generale di GAC New Energy, le città di primo livello rappresentavano i mercati principali per l’azienda, ma i sondaggi indicavano che i consumatori nelle città di livello inferiore erano interessati anche ai veicoli elettrici grazie ai minori costi associati.

Le statistiche rilasciate dal MIIT hanno mostrato che l’81% dei veicoli elettrici puri cinesi hanno un’autonomia di oltre 300 chilometri e che alcuni modelli prodotti da aziende leader come Geely e BYD hanno una durata della batteria di 500 chilometri. Anche questo miglioramento delle prestazioni della batteria ha spinto lo sviluppo del mercato EV.

 

La divulgazione dei veicoli elettrici è inoltre inscindibile dall’ambiente in costante miglioramento delle strutture di supporto. Li Ye, direttore esecutivo per la regolamentazione presso la National Energy Administration, ha spiegato che la Cina era sede di quasi 300.000 punti di ricarica EV pubblici e 460.000 privati.

 

L’investimento totale nell’intera catena industriale NEV ha superato i 2 miliardi di yuan, ha dichiarato Miao. Lo sviluppo prospero ha promosso la trasformazione delle principali imprese automobilistiche globali. Si prevede che i maggiori costruttori automobilistici internazionali lanceranno i propri modelli NEV in Cina verso il 2020.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *