fbpx

Taobao: nuovo regolamento per i prodotti acquistati dai daigou

31/08/2017

Il fenomeno dei daigou in Cina è di fondamentale importanza. Con questo termine definiamo le persone residenti all’estero che acquistano prodotti stranieri per conto terzi, importando privatamente in Cina prodotti non reperibili sul territorio, o troppo costosi.

I daigou operano tramite canali privati, come WeChat, e spesso i prodotti sono poi reperibili nelle piattaforme di online business C2C. Su Taobao, piattaforma di vendita online tra privati del gruppo Alibaba, ci sono molti prodotti a prezzi molto convenienti spacciati come prodotti acquistati dai daigou, ma in realtà spesso si tratta di prodotti non autentici, con il conseguente danno all’immagine e alla credibilità di Taobao.

Secondo quanto riporta Ebrun, per risolvere questo problema Taobao ha annunciato un nuovo regolamento, che è entrato in vigore dall’8 agosto 2017 e sta già mettendo sotto controllo gli annunci dei prodotti acquistati dai daigou; la pena per chi non rispetterà questi nuovi parametri sarà l’eliminazione del prodotto dal sito Taobao, e la decurtazione dei punti da venditore (punti fondamentali per la credibilità e la reputazione all’interno del sistema).

Secondo il nuovo regolamento, tutti i prodotti che sono stati pubblicati come prodotti acquistati all’estero dai daigou devono soddisfare i seguenti requisiti:

  1. Il luogo in cui viene acquistato deve risultare un paese all’estero (inclusi Hong Kong, Macao o Taiwan).
  2. I prodotti non devono già trovarsi sul territorio cinese.
  3. Il luogo di spedizione deve essere un paese all’estero (inclusi Hong Kong, Macao o Taiwan).
  4. Il luogo d’origine del brand deve essere un paese all’estero (inclusi Hong Kong, Macao o Taiwan). Va tenuto presente che con luogo d’origine del brand si intende il luogo in cui è stato fondato il brand, quindi può essere diverso dal luogo di produzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *