fbpx

Tmall: la Cina importa merci da 68 paesi

10/02/2018

 

La merce venduta sulla piattaforma cinese è affidabile e tracciabile in tutti i suoi passaggi

 

In concomitanza con CBNData a Pechino, Tmall, la piattaforma di shopping duty-free di Alibaba, ha pubblicato il suo rapporto annuale sui trend dei consumatori del 2017. Il rapporto mostra che entro la fine del 2017 Tmall ha collaborato con 68 paesi, tra cui quasi 4.000 sono categorie di esportazione e 16.400 marchi stranieri. L’80% dei brand che vendono sulla piattaforma sono nuovi attori nel mercato cinese.

Le donne rappresentano il 70% dei protagonisti dello shopping online del gigante cinese, la maggior parte dei quali è millenial o più giovane. Sia le città cinesi di primo livello che quelle di secondo si sono qualificate come principali luoghi di provenienza dei consumatori di prodotti importati.

Peng Liu, General Manager di Tmall, ha dichiarato che durante la Festa dello Shopping del 2017, Il Single Day, il quaranta percento dei consumatori cinesi ha acquistato prodotti esportati, con vendite di marchi internazionali in aumento del cinquantuno percento rispetto all’anno precedente. I numeri mostrano che la Cina sta diventando un terreno di prova per l’innovazione dei marchi internazionali. Dal suo lancio nel febbraio 2014, Tmall.HK ha collaborato con otto principali città pilota transfrontaliere come Hangzhou, Ningbo, Shanghai, Shenzhen e Guangzhou. Oltre 60 milioni di utenti cinesi con disponibilità di reddito hanno utilizzato la piattaforma commerciale fino ad oggi.

Tmall.HK ha riferito che nell’ultimo anno, molti tipi di organizzazioni hanno aderito al programma di tracciabilità globale, inclusi i governi di Regno Unito, Stati Uniti, Giappone, Corea del Sud, Australia e Nuova Zelanda; ambasciate; associazioni di settore e marchi esteri altamente quotati; anche China Certification Inspection Group (CCIC) e China National Institute of Standardization (CNIS). La società di business-to-consumer online ha gradualmente stabilito una serie di standard globali per coordinare la tracciabilità della merce. Ha fatto presa principalmente su latte in polvere e latte fresco; prodotti di bellezza e di assistenza sanitaria, in quanto sono quelli che necessitano dei più elevati standard di sicurezza. Ora gli utenti cinesi possono tenere traccia di informazioni sul prodotto, come il paese di origine, il porto di carico, il porto di importazione, il magazzino doganale e la dichiarazione doganale, il tutto tramite l’app Tmall.HK

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *