Il Tribunale di Pechino respinge la denuncia di TikTok contro i video di Baidu

01/01/2019

 

La piattaforma dedicata a brevi video popolare in Cina è stata accusata di non tutelare i diritti di autore, ma vince la causa

 

 

Il nuovo tribunale online dedicato alla città di Pechino ha deliberato una sentenza relativa una disputa sul copyright tra le piattaforme di streaming video TikTok gestita da Beijing Bytedance Technology e Huopai supportato da Baidu, respingendo la richiesta di TikTok di 1 milione di Yuan.

 

Anche se non ha riscontrato la violazione dei diritti d’autore di TikTok, questo caso ha comunque segnato la prima volta che la Cina riconosce ai video sulla piattaforma la possibilità di rientrare nell’ambito della legge di protezione del copyright.

 

TikTok ha sostenuto che il gigante Baidu abbia arbitrariamente distribuito i suoi video esclusivi originali sulla sua piattaforma Huopai permettendo il loro download senza permesso, e questo ha causato una grande perdita economica a TikTok, che ha chiesto a Baidu di cessare l’infrazione e risarcirla. È quanto riporta China Securities Journal sul suo sito web.

Rigettando l’affermazione di TikTok, il Tribunale di Internet di Pechino ha dichiarato che i brevi video coinvolti erano effettivamente protetti dalla legge cinese sul copyright, ma visto che Baidu li aveva cancellati tempestivamente e in quanto fornitore di servizi di rete, i suoi atti non costituivano una violazione.

 

Questo caso di controversie sul copyright è stato anche il primo in cui il Tribunale di Internet di Pechino ha fatto parlare di sé dal momento della sua istituzione a settembre.

 

Il tribunale ha sottolineato che la protezione legale degli short video è ancora in una fase iniziale sia in Cina che all’estero e i quesiti sul trattamento di lavori e sui limiti dei diritti tra le piattaforme per i brevi video e i loro utenti sono quindi una questione che vale la pena esplorare.

TikTok è una breve community di video musicali destinata ai giovani, fondata nel 2016 e sviluppata dalla Beijing Micro Broadcast Vision Technology sotto Pechino Bytedance Technology. A giugno c’erano oltre 150 milioni di utenti attivi al giorno, stando agli ultimi dati pubblici pubblicati.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *