fbpx

Un programma aiuta il business dei ristoranti cinesi all’estero

10/05/2019

 

È appena partito un programma che assiste e agevola gli imprenditori cinesi nel settore della ristorazione affinché il settore possa svilupparsi all’estero.

 

 

È stato lanciato un programma per aiutare i cinesi ad avviare attività commerciali nel settore della ristorazione all’estero. Partito il 27 aprile a Pechino, è stato indetto dalla Federazione mondiale dell’industria della ristorazione cinese e dall’Associazione generale dell’industria della ristorazione americana cinese.

Il programma mira ad aiutare i ristoranti cinesi a rafforzare l’immagine del proprio brand all’estero, standardizzare il processo di preparazione e cottura dei cibi e offrire consulenze su risorse umane, questioni legali e gestione della cucina e della catena di approvvigionamento centrale quando le attività si espandono all’estero.

 

Secondo il presidente del consiglio di vigilanza WFCCI Wu Li, molti ristoranti cinesi stanno ora cercando di aprire filiali all’estero e hanno riscontrato alcuni problemi.

 

“Vogliamo aiutarli non solo a espandersi più facilmente oltreoceano, ma anche a sviluppare un ritmo costante e sostenibile di crescita”, afferma. Matcha Village, un brand di dolci e pasticceria con sede a Pechino, è uno dei primi a rientrare in questa prima fase del programma.

Esistono diverse catene di ristoranti cinesi già diffuse all’estero, che sono state abili a farsi strada nel mercato internazionale nonostante i limiti e le differenze che la burocrazia, il management e la legislatura possono rappresentare per una impresa nel settore della ristorazione.

Una catena che si è diffusa anche in Italia è per esempio la positivamente recensita Wang Jiao. Il programma potrà costituire tuttavia una importante occasione per i nuovi imprenditori di ristoranti cinesi nel mondo.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *