fbpx

Universiadi, i giochi universitari passano da Napoli a Chengdu

17/07/2019

 

La città dei Panda è “pronta ad accogliere il mondo” grazie alle Universiadi

 

 

Concluse le Universiadi 2019, Napoli passa il testimone alla città cinese di Chengdu, la patria dei panda giganti, che ospiterà l’edizione 2021 dei giochi universitari. Durante la cerimonia conclusiva dell’edizione 2019, presso lo stadio San Paolo di Napoli, il presidente della Federazione Sportiva Universitaria Internazionale (FISU), Oleg Matytsin, ha consegnato la bandiera della FISU al sindaco di Chengdu, Luo Qiang.

 

“E’ una serata emozionante!”, esclama Luo durante la cerimonia. “Ora tocca a Chengdu ospitare le prossime Universiadi, i cui 16 milioni di cittadini accoglieranno i propri amici da tutto il mondo, invitandoli a unirsi a loro nel 2021”.

 

Chengdu aveva già fatto sentire la propria presenza a Napoli alcuni giorni prima della cerimonia di chiusura delle Universiadi, alcuni ballerini travestiti da panda si sono esibiti per le strade di Pompei per rappresentare simbolicamente il passaggio.

In centro a Pompei è stato inaugurato anche un “Chengdu Panda Cafe” e tra le altre iniziative rappresentative si è tenuta una lotteria a premi con estrazione aperta a residenti locali e turisti, in palio un viaggio per la località cinese.

 

Il ginnasta e campione olimpico cinese Feng Zhe si è unito alla squadra in partenza per l’Italia, per promuovere la propria città natale, Chengdu.

 

Feng in qualità di ambasciatore dell’edizione 2021 delle Universiadi di Chengdu, è salito su un autobus rosso decorato a tema panda, salutando i turisti per le strade di Napoli e presentando la Cina e la propria città. “Speriamo che sempre più amici da tutto il mondo possano visitare Chengdu nel 2021 per godersi le prossime Universiadi insieme a noi!”, ha detto.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *