fbpx

Volano le vendite online degli snack in Cina: biscotti e prodotti da forno i più richiesti

24/11/2017

La Cina è il primo paese al mondo con più rapida crescita e-commerce. Nel corso degli ultimi anni ha registrato un continuo sviluppo sia in termini di consumi online che numero di consumatori, e un significativo ammontare delle vendite per quanto riguarda snack, merendine ed altri prodotti di gamma.

I dati sono emersi dal primo studio del nuovo centro didattico sull’e-commerce Alibaba Global Course, organizzato da Taobao University a Johor Bahru in Malaysia il 26 settembre. La finalità di Alibaba Global Course è quello di aiutare le piccole e medie imprese locali, affinché possano trarre vantaggi ed alzare il proprio livello di competitività in un mondo dove il digital è la chiave di accesso al mondo di commercio globale. I dati di monitoraggio inerenti sui trend di consumo in Cina e metodi validi di e-commerce management saranno offerti dalla piattaforma.

Durante la presentazione, Li Xiang, analista del colosso di Hangzhou, ha evidenziato i dati più importanti dell’ultimo rapporto sulle tendenze relative alla vendita online di snack in Cina. Stando ai dati raccolti negli ultimi tre anni questo settore è cresciuto di molto. Un’ampia differenziazione e scelta di prodotti alimentari sono le caratteristiche principali.

Snack salutari e importati: sono le ultime tendenze del mercato

Snack salutari e importati si sono rivelate le tendenze più importanti nel mercato cinese, grazie ad una maggiore consapevolezza dell’importanza della salute tra i cittadini, sempre più inclini  ad un tenore di vita più ricercato.

Secondo quanto emerso dal rapporto, le categorie come frutta secca e candita, cioccolato, caramelle e gelatine hanno mostrato una crescita al di sotto della media, in contrapposizione all’impennata di biscotti, prodotti da forno e alimenti fermentati.

Un altro dato molto interessante è la crescita di consumo di alimenti salutari nelle città di terza e quarta fascia, che ha superato tendenzialmente le città di prima e seconda fascia. Consumatori donne giovani di età compresa tra 23 e 28 sono il target principale di snack importati. Ma dal punto di vista geografico, se prima Europa,  America e Corea del sud erano i veri protagonisti nello scenario, adesso è la svolta di Malaysia che risulta in testa tra i maggiori paesi esportatori di cibo verso la Cina.

Secondo alcune fonti, il progetto Alibaba Global Course verrà tenuto anche in altri paesi come Australia, Thailandia e Singapore, per aiutare le aziende locali straniere a cogliere le grandi opportunità di business del mercato cinese, e soprattutto per realizzare la visione del grande Jack Ma: “ Make it easy to do business anywhere.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *