fbpx

WeChat espanderà l’e-commerce in Europa: Alibaba resterà a guardare?

12/04/2017

05/04/2017 – WeChat intende sbarcare in Inghilterra per estendere le proprie attività di e-commerce all’estero, fornendo anche i servizi di pagamenti digitali ai brand occidentali.

Presto le società inglesi potranno usufruire tutte le funzionalità di WeChat – un’app gratuita di messaggistica creata dal colosso media Tencent – che permette loro di vendere i prodotti ai consumatori cinesi. Più avanti, WeChat sarà presente anche su altri mercati come Francia e Germania. Attualmente, la sua unica sede operativa si trova a Milano.

“Il prossimo mese espanderemo le nostre attività in Regno Unito, e l’anno prossimo saremo attivi anche in altri paesi europei.” dichiara Andrea Ghizzoni – il direttore di Tencent Europe. L’intenzione di WeChat, che lo porta a collaborare con i brand occidentali, è quello di poter fornire i prodotti originali dell’Occidente ai consumatori cinesi attraverso la propria piattaforma di vendita al dettaglio. Questo significa un grande vantaggio per le aziende europee: se prima se volevano avviare un’attività commerciale in Cina dovevano affrontare una lunga serie di problematiche legate alla burocrazia e politica cinese.

“Quasi il 95% dei brand globali di lusso ha aperto un proprio spazio su WeChat per vendere i loro prodotti online: in Regno Unito ci sono marchi famosi come Burberry e Mulberry; mentre In Italia ci sono Valentino, Zegna e Prada. Solo due anni fa, questa percentuale era di 50%; l’anno scorso è salita al 75%, c’è stata una crescita sostanziale.” afferma Ghizzoni.

WeChat è una piattaforma di social network con oltre 800 milioni di utenti attivi giornalieri in tutto il mondo, ma concentrati soprattutto in Cina. WeChat è più di un tradizionale social network: è una piattaforma di messaggistica istantanea che permette di fare acquisti, ascoltare musica in streaming, chiamare taxi, comprare biglietti per cinema, pagare le bollette e altre azioni quotidiane, tutto dallo smartphone.

“WeChat è uno strumento con tutte le funzionalità di cui i brand hanno bisogno per soddisfare le esigenze di comunicazione e interazione con i propri clienti. Consente ai brand di targetizzare le campagne pubblicitarie in modo che possano raggiungere consumatori che siano più potenzialmente interessati al prodotto. Attualmente Tencent ha già avviato un progetto che permette ai brand occidentali che hanno un negozio online su WeChat di poter vendere in Cina senza essere vincolati agli obblighi di richiedere le licenze in Cina. Rappresenta una decisione molto importante per le aziende di produzione europee, che potranno entrare d’ora in avanti direttamente nel mercato cinese, senza dover più appoggiarsi agli agenti o aziende di terze parti.” continua Ghizzoni.

L’anno scorso, Tencent ha aiutato più di 60 aziende italiane – dal settore dell’arredo e design agli alimentari, toccando quasi tutti gli aspetti della produzione Made in Italy – ad entrare in contatto con i consumatori cinesi. “Quest’anno apriremo questo canale anche ai piccoli e medi imprenditori inglesi.”

In futuro Tencent porterà il suo business anche in America e Paesi del sud-est asiatico. Nel mese di novembre, ha stabilito una nuova sede operativa a Singapore che insieme ad altri uffici già presenti in Hong Kong, Malaysia e in California (Bay Area) opererà nell’ottica di portare sulla propria piattaforma maggiori presenze di rivenditori al dettaglio ed advertisers.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *