fbpx

WeChat, lotta allo spam: vietati i collegamenti esterni

21/10/2019

 

Gli utenti di WeChat hanno accolto la novità con favorevole entusiasmo

 

 

WeChat ha vietato i collegamenti esterni che richiedono agli utenti di “spammare” il contenuto tra gli amici per aumentare i clic.

Le nuove regole potrebbero rivelarsi un duro colpo per le aziende che si affidano a WeChat nel tentativo di acquisire più clienti. Tuttavia, gli utenti di WeChat che hanno risposto a un post di Weibo sulle notizie hanno accolto in modo estremamente favorevole il cambiamento, dichiarando che sono sempre più bombardati da messaggi spam indesiderati.

L’alto costo per l’acquisizione da parte degli utenti è un grave punto dolente per le società Internet cinesi. La popolarità di funzioni di marketing simili basate su WeChat evidenzia, quindi, lo stato dell’app come fonte di traffico principale.

 

 

L’app di Tencent ha aggiornato quattro punti nelle sue linee guida

 

 

WeChat ha aggiornato quattro punti nelle sue linee guida sui collegamenti esterni riguardanti le funzionalità di condivisione social e gli avatar degli utenti che, secondo quanto si apprende, dovrebbero entrare in funzione a partire dal 28 ottobre.

WeChat ha quindi vietato i post che richiedono agli utenti di ripubblicare o fare clic per aprire un collegamento all’interno del post, per poi beneficiare di uno sconto o partecipare a uno schema di marketing.

Un’altra nuova regola, inoltre, proibisce alle aziende di apportare modifiche non autorizzate agli avatar e ai soprannomi degli utenti. Sono inoltre vietate le operazioni che richiedono agli utenti di aprire un’altra app o di scaricare una nuova app per ottenere premi in denaro, premi fisici o virtuali.

L’aggiornamento estende anche il suo divieto di attività fraudolente per includere collegamenti di acquisto di gruppo, tra cui lotterie o vendite di beni con un’ovvia disparità di prezzo e valore del prodotto.

 

 

WeChat è anche noto da tempo per il blocco di collegamenti esterni di piattaforme rivali

 

 

WeChat, l’app di social media più diffusa in Cina con oltre 1 miliardo di utenti attivi, ha già da tempo una serie di restrizioni sui collegamenti esterni, principalmente per quanto riguarda il contenuto o la fonte del collegamento.

WeChat è anche noto da tempo per il blocco di collegamenti esterni a rivali come la piattaforma di e-commerce Taobao di Alibaba. I concorrenti, anche per questo, criticano spesso l’azienda per “comportamenti monopolizzanti”. Il divieto di WeChat sui collegamenti audiovisivi, esteso a maggio 2018, ha anche suscitato proteste pubbliche molto forti.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *