fbpx

Weibo rispolvera il suo portafogli digitale: guanto di sfida a WeChat?

21/05/2018

Weibo spinge per l’incremento dei pagamenti tramite “Weibo Wallet”. Anche l’app di Sina si sta convertendo ai pagamenti digitali sfruttando le sue potenzialità di “video app”

 

Dopo il recente aggiornamento di Weibo,  l’app di microblogging più in voga in Cina, ripropone in evidenza sugli account personali il proprio portafogli digitale. Stiamo parlando del “Weibo Wallet”, una funzione che permette anche con l’app di Sina.com di inviare denaro dal cellulare.

In realtà la piattaforma con sede a Pechino, già nel gennaio del 2014 introdusse la possibilità di scambiare denaro tramite la propria applicazione, tuttavia poche erano le opzioni da scegliere. Anzi, sembrava che il progetto si fosse in parte arenato poiché nel primo anno di vita del “Weibo Wallet”, gli utenti non riuscivano ben a comprendere non solo come funzionasse, ma anche come collegare le proprie carte di credito o conto Alipay al proprio account di Weibo.

 

Questo stallo è stato in larga parte causato dal calo di utenti che Weibo registrò proprio nel 2014. In quell’anno l’applicazione Weibo ha visto i suoi numeri scendere da 331 milioni a 275 milioni di account.

 

Oggi, dopo un biennio negativo causato dalla concorrenza di WeChat, mantiene saldamente il suo primato con 392 milioni di utenti attivi mensili come app di microblogging.

Non solo, Weibo ha fatto registrare un aumento di profitto del 111% su base annua, raggiungendo la soglia dei 70 milioni di utenti mensili.

l colosso pechinese ha riferito come a marzo 2018, il totale degli utenti attivi mensili sia di 411 milioni unità, più della metà della popolazione cinese di internet. Di questi, il 93% utilizza i dispositivi mobili per accedere alla rete.

Ma Weibo guarda al futuro grazie anche ad Alibaba. Il gruppo di Jack Ma, sin dal 2013, detiene circa un terzo delle azioni della piattaforma di microblogging. La partecipazione del colosso di Hangzhou ha in parte rivitalizzato questo social network.

Dal principio fu proprio l’innesto di Jack Ma ha garantire la nascita di Weibo Wallet. Tuttavia sembra che ad Hangzhou e Pechino, sedi di Alibaba e Sina, non si siano dimenticati del progetto ed oggi, grazie anche al rinnovato interesse degli utenti cinesi per l’app di microblogging, il Weibo Wallet risulta nettamente migliorata. La funzione è infatti interamente supportata e assicurata da Alipay.

 

Il progetto non è solo circoscritto al mero trasferimento di denaro da un account all’altro, ma è direttamente connesso alle grandi potenzialità di Weibo di diventare un leader nel settore delle piattaforme video.

 

Al contrario di WeChat, che oggigiorno viene percepita come più una business app, Weibo conserva un carattere più “personale” e “privato”.  Nel mio account Weibo posso seguire i miei beniamini dello spettacolo o informarmi delle notizie che voglio. Ed ovviamente commentare.

Ma Weibo è anche una grande piattaforma per il marketing. In Cina, come si sa, l’e-commerce è parte integrante dei social media. Tramite le app di Tencent o Alibaba posso acquistare di tutto, vedere una sfilata o partecipare ad un dibattito. Ed è proprio questa potenzialità nei video che Sina.com vuole sfruttare.

Esempio su tutti gli eventi “See now Buy now”. Nel concreto una sfilata potrebbe essere tranquillamente trasmessa in live streaming via Weibo. I netizen a sua volta, utilizzando Weibo Wallet, andrebbero a comprare quel prodotto appena visto.

Il “See now Buy now” è una realtà già entrata nel mondo dell’e-commerce del Dragone, come nel caso dello Shopping Festival in onda ogni 11 novembre. Weibo si adegua quindi al trend del Dragone.

 

Siamo usciti di casa senza portare con noi il portafogli? Come possiamo pagare? Se in occidente questo può essere un problema, in Cina il nostro cellulare “pagherà” al posto nostro.

 

Il Paese di Mezzo e è ormai avviato verso una “cashless society”, ovvero una società senza moneta fisica. La Repubblica Popolare è infatti apripista della tecnologia dei pagamenti online, un mondo dominato dai giganti Alipay, del gruppo Alibaba e WeChat Pay, con a capo Tencent.

Dal 2014 ad oggi, in soli quattro anni, il volume dei pagamenti online tramite smartphone è più che  triplicato. Una realtà che in occidente appare sconosciuta, ma è importante conoscere ed apprendere, al fine di meglio comprendere i trend tecnologici di uno dei mercati più importanti al mondo.

Che sia Pechino o una piccola città di provincia, possiamo tranquillamente spendere la nostra giornata lasciando i nostri portafogli a casa. Ad esempio nella capitale possiamo iniziare la giornata facendo colazione con una 煎饼, jianbing, un classico street food di Pechino. Ogni chioschetto lungo la strada ha esposto i propri QR code dove è possibile scannerizzare e pagare.

Dopo colazione vogliamo recarci nel distretto dello shopping di Xidan o farci una passeggiata negli hutong? Sempre tramite smartphone possiamo usufruire dei servizi di DiDi Chuxing, colosso del car sharing cinese, oppure prendere al volo un taxi. In entrambi i casi è possibile usufruire dei pagamenti tramite le app di Tencent e Alibaba.

In Cina che sia un supermercato di ultima generazione Hema, o un piccolo ristorante di periferia, troveremo sempre scritto un cartello con 欢饮使用支付宝-微信支付, “qui si accettano i pagamenti con Alipay o WeChat”.

 

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *