Xi’an: la città da cui parte la Nuova Via della Seta

20/04/2018

 

Una posizione centrale non può che essere strategica per lo sviluppo dei commerci e dell’economia dell’intero paese

 

 

Situata nella Cina centrale, Xi’an è la capitale della provincia dello Shaanxi. La sua posizione strategica ha creato negli anni condizioni agevoli per ottime connessioni nella sua provincia e nell’intero paese. È il centro dell’economia, della politica e della cultura della provincia ed è stata designata come hub nazionale nel piano di sviluppo MOFCOM (2015-2020) del commercio e della logistica distributiva.

La sua stazione ferroviaria è una delle otto principali stazioni ferroviarie nazionali. L’aeroporto internazionale di Xi’an Xianyang offre voli nazionali e internazionali, come Nagoya, Mosca, Seoul e Parigi. Il Xi’an International Trade & Logistics Park, che gode del vantaggio geografico e della praticità del trasporto, è il più grande parco logistico della Cina occidentale.

Per queste ragioni non stupisce che la città sia al centro della Nuova Via della Seta, in una strategia a lungo termine per portare prosperità economica nell’intera Repubblica Popolare, fino alla regioni occidentali sottosviluppate.

 

La Belt and Road è partita proprio da Xi’an, originariamente fulcro dell’antica Via della Seta

 

Il presidente Xi Jinping ha portato avanti il suo desiderio di creare una nuova cintura economica e promuovere legami economici più stretti tra le nazioni europee e quelle asiatiche sin dal principio del suo primo mandato.

Con importanza strategica internazionale, la creazione della Belt and Road migliorerebbe lo sviluppo economico nella Cina occidentale e avrebbe un impatto di vasta portata sullo sviluppo regionale in generale. Questa Nuova Via della Seta è partita proprio da Xi’an.

Man mano che la Cina è avanzata gradualmente con un nuovo ciclo di riforme e apertura, a livello nazionale si è creata la chiara necessità di fondare un centro economico regionale nella Cina occidentale, considerando che senza lo sviluppo economico nella regione occidentale, un vasto paese come la Cina non può progredire sufficientemente.

Per questa ragione, la creazione di questa cosiddetta cintura economica, con Xi’an come città leader, è stata una priorità. Promuovendo anche la regione occidentale e con l’intenzione di trasformarla nel quarto polo economico nazionale insieme al fiume Yangtze, alla regione del delta del Fiume delle Perle e alla zona economica di Pechino-Tianjin-Hebei.

 

La creazione della cintura economica della Belt and Road è parte della strategia di sviluppo commerciale ed economico a lungo termine della Cina, al quale si sono accompagnate riforme che puntano ad agevolare start-up e investimenti

 

Ma assieme a questo con Xi’an si è puntato anche allo sviluppo urbano e alla costruzione su larga scala che possono avere un effetto significativo nel guidare lo sviluppo economico regionale. Xi’an, con il punto di partenza storico di quella che è stata per duemila anni l’antica Via della Seta e il centro economico della Cina nord-occidentale, nonché una città turistica storica, culturale e internazionale di fama mondiale, si è dimostrata la scelta migliore per essere al centro di questa cintura economica.

Il Consiglio di Stato ha emanato il piano di sviluppo della zona economica di Guanzhong-Tianshui, in cui si affermava che l’area sarebbe stata sviluppata come “terreno strategico per lo sviluppo e l’apertura dell’economia nazionale”. Xi’an, in quanto più grande città in questa zona economica, avrebbe un ruolo importante da svolgere.

Con un forte sostegno del governo centrale nella promozione dello sviluppo equilibrato della regione, le nuove riforme dovrebbero permettere che capitale e tecnologia convergano automaticamente nelle regioni economicamente più arretrate, e questo è particolarmente vero nell’economia orientata al mercato che ci si sforza di costruire.

Senza lo sviluppo economico nella regione occidentale, un vasto paese come la Cina non può modernizzare con successo. Senza significativi miglioramenti delle condizioni nella Cina occidentale, specialmente nelle instabili regioni di frontiera, la sicurezza, la stabilità e l’unità del paese sarebbero influenzate a lungo termine.

La cintura economica della Belt and Road porterà lo sviluppo nella Cina occidentale più povera. L’attuazione del piano di sviluppo occidentale nel 2000, sebbene fruttuosa, non ha ridotto significativamente il divario con le zone costiere orientali e gli squilibri regionali nello sviluppo economico del paese non sono stati ancora effettivamente mitigati.

 

L’esperienza pratica ha dimostrato che lo sviluppo regionale richiede sia la forza trainante che l’effetto di disseminazione di una forte città centrale, insieme ad un piano generale.

 

L’area di Xi’an è una scelta ovvia per guidare la cintura economica della Nuova Via della Seta, e Xian è in una posizione unica per fungere da ponte, pronto ad accogliere industrie che si trasferiscono dalla Cina orientale e svolgere il proprio ruolo nell’apertura di parti occidentali della nazione.

La produzione economica totale di Xian la colloca nella parte superiore delle città nel nord-ovest della Cina, ed è la città più grande, con una popolazione residente di circa 8,5 milioni di abitanti. È una base importante per la ricerca scientifica, l’istruzione superiore, la difesa e altre industrie hi-tech.

Come una delle quattro antiche capitali del mondo, ha la particolarità di essere la capitale durante il maggior numero di dinastie nella storia cinese, gli imperi Qin, Sui, Tang, e come risultato ha molti cimeli culturali e attrazioni turistiche. La città ha anche molte istituzioni di ricerca e università, collocandosi tra le aree più sviluppate per la tecnologia e l’istruzione in Cina.

L’area Greater Xian sarà una zona internazionale situata nel centro del nord-ovest paragonabile a Chongqing. Nell’attuale contesto del nuovo ciclo di riforme e di apertura, è giunto il momento di sviluppare questa fascia economica, al fine di creare la quarta “regione economica star nazionale” – insieme al fulcro economico della zona di Shenzhen, la nuova area di Pudong e la nuova area di Tianjin-Binhai.

Stando agli incoraggiamenti del presidente Xi, è ragionevole sperare che lo sviluppo della nuova Via della seta, con Xi’an in prima linea, possa ricreare l’era prospera che esisteva durante il tempo dell’antica Via della Seta, riportando la città alla posizione di principale centro culturale ed economico del mondo, guida dello sviluppo economico nella Cina nord-occidentale e fulcro della prosperità economica per le altre regioni occidentali del paese.

Xi’an ha il più grande settore industriale della provincia di Shaanxi. La produzione industriale totale è stata pari a 535 miliardi di RMB nel 2017, trainata dalla produzione di attrezzature, dalla lavorazione di prodotti agricoli e dalla progettazione di automobili.

Il settore dei servizi non passa in secondo piano, nel 2015 è stata proprio la parte più significativa dell’economia di Xi’an, rappresentando il 60% del PIL. Il turismo resta un pilastro del settore dei servizi della città.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *