fbpx

Yitu conferisce credibilità alla tecnologia di riconoscimento visivo

09/04/2018

 

Zhu Long racconta come ha ottenuto il primo ordine per la sua società Yitu Technology, una start-up con sede a Shanghai che si concentra sulla tecnologia di visione artificiale.

 

 

Era il 2012 quando Zhu, un ragazzo del post-dottorato al Massachusetts Institute of Technology, era appena tornato in Cina. Ha scelto il settore della sicurezza come punto di partenza per costruire la propria attività. Ma senza clienti e senza esperienza nell’industria Zhu era nei guai, fino a quando è riuscito a conversare per tre minuti con un responsabile dell’ufficio di pubblica sicurezza di una città cinese.

“Era troppo impegnato per ascoltare ciò che avevo preparato e disse: “Ora il nostro sistema informatico riesce a malapena a riconoscere il 30 percento delle false targhe automobilistiche. Se riuscirai a portare il dato a oltre il 70 percento, useremo la tua tecnologia”, Ha raccontanto Zhu.

Tre mesi dopo, Yitu ha concluso l’accordo, offrendo un sistema che vanta una precisione di riconoscimento del 90 percento. Il suo successo evidenzia quanto sia importante la superiorità tecnologica per aprire un settore tradizionale dominato da attori affermati.

“Sebbene sia difficile fare il primo passo, l’industria della sicurezza è un terreno fertile per coltivare le tecnologie di riconoscimento facciale, perché i dipartimenti di polizia hanno spesso una grande richiesta di servizi di corrispondenza delle immagini in tempo reale e si occupano di tonnellate di dati che possono aiutare a formare il nostro sistema”, ha detto Zhu.

 

Il successo iniziale ha aiutato Yitu a farsi spazio nel mercato multimiliardario della sicurezza

 

Per penetrare meglio nel settore, nel 2016 Yitu ha costituito una joint venture con Synthesis, un’azienda specializzata in soluzioni di riconoscimento dell’identità e che vanta anni di esperienza nel settore. La joint venture integrerà gli algoritmi IA di Yitu all’hardware di Synthesis per offrire servizi migliori.

Xiang Yang, un esperto di intelligenza artificiale presso il China Center for Information Industry Development, ha affermato che gli scenari applicativi sono di vitale importanza per le aziende di IA, poiché differenze come la luce in ambienti diversi possono influenzare l’accuratezza dei sistemi di riconoscimento facciale.

“Quindi, la chiave è avere una profonda comprensione di ogni scenario applicativo, e trovare le migliori soluzioni di conseguenza. Collaborare con giocatori esperti è un modo per raggiungerlo rapidamente”, ha detto Xiang.

Yitu sta anche marciando verso altri settori come la finanza, i trasporti e l’assistenza sanitaria. A maggio, ha raccolto 380 milioni di yuan (60,35 milioni di dollari) con i finanziamenti della serie C, guidata da Yunfeng Capital, una società di private equity sostenuta dal fondatore di Alibaba, Jack Ma e da Sequoia Capital.

La compagnia ha in programma di creare presto un centro di ricerca e sviluppo a Singapore, la sua prima struttura al di fuori della Cina. Si prevede che l’hub rafforzerà le applicazioni di IA di Singapore nei settori della sicurezza e della finanza. Probabilmente Singapore fungerà da gateway per l’espansione in tutto il mondo. “Singapore è una posizione strategica per noi per cominciare le nostre iniziative all’estero”, ha spiegato Zhu, aggiungendo che l’Europa e l’Africa saranno in seguito considerate.

TI POTREBBE INTERESSARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *