fbpx

Yves Saint Laurent entra nell’e-commerce cinese

11/08/2017

Da quanto riportato da Sina Wall Street News, il marchio francese Yves Saint Laurent (YSL) farà un passo importante per la propria espansione iniziando a vendere online in Cina. Mostrando, ancora una volta, il ruolo importante del mercato cinese per i brand di lusso.

Il CEO di YSL, Francesca Bellettini, collaborerà con il negozio online Farfetch,  fondato a Londra nel 2008, è una piattaforma di moda online per la vendita al dettaglio, che raccoglie i prodotti di oltre 700 boutique e brand di tutto il mondo, e con JD.com. In quanto per YSL è fondamentale evitare il dilagare dei prodotti contraffatti, essendo anche una delle loro paure principali nei confronti del mercato cinese; di fatti l’accordo con Farfetch si basa proprio sull’idea di fornire ai clienti un servizio sicuro ed efficiente.

Cosa ha reso possibile questa nuova collaborazione?

Da quanto riportato da techcrunch , tutto questo è stato reso possibile da Farfetch che dal 2014 ha iniziato ad investire sul mercato cinese ed oggi ha 200 partners e 500 multi-brand, ma il suo alleato più grande è JD.com che ha investito 397 milioni; grazie a questa alleanza Farfetch ha avuto accesso alla ampia rete logistica di JD.com, compresa la parte Luxury Express, i sistema di pagamenti online e microcredito, la possibilità di integrazione con il social network WeChat, l’accesso condiviso ai big data del mercato cinese.

Va ricordato che questo investimento è fondamentale per entrambe le parti, Farfetch può puntare al mercato cinese senza temere le contraffazioni; JD.com ottiene un importante alleato per distinguersi dal suo principale concorrente, Alibaba, posizionandosi in una vendita al dettaglio di alto livello e soprattutto allontanandosi dai problemi di merce contraffatta con cui Alibaba ha ancora notevoli difficoltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *